Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre - ore 17.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tabacchini truffati per 18mila euro, cinque denunce

I Carabinieri di Lerici hanno scoperto il raggiro di cui sono rimasti vittime due esercenti della zona, rispettivamente per 10mila e 8mila euro.

Pluripregiudicati
Tabacchini truffati per 18mila euro, cinque denunce

La Spezia - Si fingevano operatori tecnici che dovevano effettuare alcune operazioni di verifica del sistema, ma in realtà il loro unico scopo era spillare centinaia, migliaia di euro a degli inconsapevoli commercianti.
I Carabinieri della stazione di Lerici, a conclusione di una complessa indagine con analisi di intestatari carte Poste pay, hanno così deferito in stato di libertà cinque pluripregiudicati di origine campana, due uomini e tre donne, ritenuti responsabili di due distinte truffe con il sistema della ricarica delle Poste pay.

Le vittime, una signora 63enne originaria di Benevento ma da anni residente a Lerici, e un 52enne lericino, entrambi titolari di tabaccherie ubicate nel territorio del comune di Lerici, si sono rivolte ai Carabinieri a giugno scorso dopo aver scoperto di essere stati vittime di un raggiro.
Un individuo aveva messo in atto la truffa fingendosi telefonicamente “impiegato della lottomatica incaricato di compiere verifiche tecniche”, inducendo le ignare vittime ad effettuare operazioni sull’apparato informatico della ricevitoria che, a loro insaputa, ricaricava le carte Poste pay risultate poi intestate ai 5 soggetti denunciati.
Alle vittime è stata sottratta rispettivamente la somma di 8mila e 10mila euro.

I carabinieri di Lerici, al comando del luogotenente Censini richiamano l’attenzione degli esercenti a diffidare di simili richieste da parte di sconosciuti che chiedono questa tipologia di operazione.
Le due truffe scoperte si aggiungono ad altre due di circa 40 giorni fa quando alcuni lericini, convinti di ricevere la caparra per gli appartamenti che affittavano, tramite Poste pay, seguendo le indicazioni che gli venivano fornite via telefono, hanno effettuato ricariche di alcune migliaia di euro sulle carte dei truffatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News