Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 16.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Stretta su Scalinata Fillia e immobili in stato di incuria

Stamani la riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza.

Prefettura
Stretta su Scalinata Fillia e immobili in stato di incuria

La Spezia - Avvio di un piano straordinario di controlli da parte delle Forze di Polizia e della Polizia Municipale, con il supporto anche di personale tecnico, nelle aree più critiche del centro storico al fine di verificare anche le condizioni degli immobili in avanzato stato di incuria.
Questa è la principale novità scaturita dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto questa mattina dal Prefetto Maria Luisa Inversini alla presenza del Sindaco della Spezia e dei vertici provinciali delle Forze di polizia, che ha anche disposto la prosecuzione degli attuali servizi interforze nei giorni della movida.
«Il lavoro di prevenzione e di contrasto di ogni forma di illegalità svolto dalle Forze dell’Ordine - ha affermato il Prefetto - con il contributo della Polizia municipale è sempre efficace, attento e capillare. Tuttavia, la sicurezza passa anche attraverso il rispetto di ogni norma che regola la civile convivenza, comprese quelle che non sono strettamente sanzionate dal codice penale. Per questo abbiamo deciso di dare l’avvio, con il contributo dell’Amministrazione comunale, ad un piano straordinario di controlli degli immobili in avanzato stato di degrado del centro cittadino».

Gli stabili da controllare saranno individuati da un Tavolo tecnico coordinato dal Questore, a cui parteciperanno, oltre che le Forze di polizia e la Polizia locale, anche rappresentanti degli altri uffici con competenze in materia.
L’obiettivo è quello di verificare le condizioni di sicurezza e di igiene degli immobili, la regolarità dei titoli di soggiorno degli occupanti e delle utenze di cui fruiscono e da ultimo anche l’idoneità alloggiativa alla luce di quanto previsto dalla normativa ancora in vigore per il contenimento della diffusione del virus.
«La sicurezza urbana è, infatti, un bene più ampio - ha proseguito Inversini - che afferisce alla vivibilità e al decoro della città, da perseguire anche attraverso il recupero delle aree o dei siti degradati e l’eliminazione dei fattori di marginalità ed esclusione sociale, oltre che dall’azione delle Forze di polizia in senso stretto».

La riunione è stata anche l’occasione per fare il punto della situazione sulla messa in sicurezza della Scalinata Fillia, già all’attenzione di diverse riunioni di Comitato, luogo in cui sono soliti radunarsi giovani, spesso protagonisti di schiamazzi e danneggiamenti.
Per l’occasione era presente la responsabile dell’Ufficio della Spezia di Poste Italiane, Ente proprietario del manufatto. Le tempistiche per i lavori concordati sono slittati anche a causa del lockdown, ma, in accordo con la Soprintendenza, l’iter è ripartito e si conta di concludere entro le prossime settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News