Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Spezia-Pisa, assolto noto ultras per il lancio di un fumogeno

Determinante aver dimostrato che l'accensione è avvenuta "unicamente per finalità folcloristico coreografiche senza causare pericolo".

difeso da lombardi
Spezia-Pisa, assolto noto ultras per il lancio di un fumogeno

La Spezia - Questa mattina è comparso davanti al Tribunale Penale della Spezia un noto tifoso spezzino di 50 anni , per rispondere del reato di cui all'articolo 6 bis legge 401/1989, per aver acceso, roteato, e lanciato un artifizio pirico del tipo torcia luminosa di segnalazione, creando pericolo per gli spettatori che stazionavano in quella zona e per coloro che stavano entrando allo stadio Alberto Picco della Spezia, nel derby Spezia-Pisa svoltosi il 13 maggio 2017 nello stadio spezzino.
Nel corso dell'istruttoria venivano escussi il personale Digos La Spezia e il tifoso rendeva esame ammettendo l'accensione unicamente con finalità folcloristico coreografiche, precisando con dovizia di particolare che non si trattava di lancio potenzialmente in grado di creare nocumento a terzi ma di una coreografia organizzata, con altri giovani del gruppo che vigilavano per evitare potenziali situazioni di danno.

L'avvocato Massimo Lombardi, difensore fiduciario del predetto ultras, evidenziava come nella fattispecie di cui a processo, non si era verificato alcun tipo di danno nè alle strutture dello stadio nè a terzi e neppure potenziale pericolo poiché la zona del fatto era stata resa non accessibile nell'ambito di una coreografia organizzata dalla tifoseria, illustrava poi il contenuto di un analoga sentenza assolutoria pronunciata dal Dott.Pavich, allora Giudice del Tribunale della Spezia, relativa ad un comportamento analogo dei sostenitori irpini durante la partita valida per i play off della stagione calcistica 2015/16. Il giudice Dott.ssa Diana Brusacà assolveva il tifoso per tenuità del fatto, riservandosi la motivazione nel termine di quaranta giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News