Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sogni di tangenziale, la Variante raddoppia

Aperto questa mattina il tratto Seresa-Felettino. Da concludere la discesa dell'ex Ip. (VIDEO)

Sogni di tangenziale, la Variante raddoppia

La Spezia - Diciannove anni di attesa per vedere compiuta un'opera determinante e all'epoca, fortemente voluta da un sindaco che ha fatto la storia di questa città, Flavio Bertone. Sarà proprio per la sua strenua volontà di dotare la Spezia di una sua 'tangenziale' che questa mattina il sindaco della Spezia Massimo Federici in occasione dell'inaugurazione del secondo tratto della Variante Aurelia, ha voluto ricordare il suo illustre predecessore, dal quale partì l'idea.
Una nuova opera che ha subito in questi quattro lustri decine di interruzioni, vuoi per motivi economici, vuoi per diversi problemi che ha creato a livello idrogeologico soprattutto nella realizzazione dei passaggi in galleria.
Ma ora ci siamo e il sogno di dotare questa città di una tangenziale può proseguire, ben sapendo che siamo soltanto a metà dell'opera: per parlare di vera e propria pedemontana sarà necessario raccordarla all'autostrada, progetto previsto nel terzo lotto, già finanziato, e poi nel quarto, in fase di studio. Prima di tutto ciò però saranno da concludere i lavori, riappaltati ad una ditta siciliana, di realizzazione della discesa dell'ex area Ip e del sottopasso di Corso Nazionale: a queste due opere, determinanti, la funzionalità di portare vicino al centro un'uscita a dir poco strategica.

L'intervento.
L'opera, lunga poco più di tre chilometri, è parte integrante dei lavori di completamento del secondo lotto della variante al centro, dallo svincolo di Seresa all'innesto con la ex stradala statale 330 "di Buonviaggio".
L'avvio dei lavori di costruzione della variante, suddivisa in due lotti, risale ai primi anni '90. Mentre per il primo lotto, reso funzionale all'abitato dallo svincolo Seresa, è stata possibile l'apertura nel 2008, per il secondo lotto costituito dalle due gallerie di un chilometro cadauna, da uno svincolo intermedio e da alcune tratte all'aperto, pur ultimato entro i tempi previsti (parliamo dell'agosto 1992), non è stata invece possibile l'apertura in quanto non funzionale.
Ora il collegamento c'è e mette in comunicazione la parte finale del tratto originario, uscita lato la Spezia della galleria 'Castelletti' e l'innesto con la ex strada di Buonviaggio, intervallato da due svincoli a rotatoria: il primo necessario per collegare la variante con l'ospedale Felettino, il secondo invece, essenziale per il collegamento tra la variante, la ex strada statale 330 e la viabilità urbana.

I benefici.
La nuova opera permetterà di collegare le vallate della Magra e del Vara senza dover transitare dalla Spezia e dall'autostrada. San Benedetto, primo avamposto della valle del Vara, sarà idealmente e concretamente più vicino alla parte est del capoluogo e quindi ai comuni di Arcola, Santo Stefano e Sarzana.
L'apertura al traffico della tratta coincide con la prossima consegna dei lavori del terzo lotto della variante, prevista per i prossimi luglio-agosto: ciò consentirà di completare il sistema tangenziale in direzione sud-est, alleggerendo il centro cittadino da elevati volumi di traffico e permettendo una migliore distribuzione dello stesso attraverso i diversi svincoli di collegamento previsti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News