Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 12.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Smaltimento abusivo di rifiuti nei capannoni abbandonati, blitz all'alba

Il nucleo ambientale della Polizia municipale è entrato in azione sorprendendo un 56enne italiano e i suoi collaboratori mentre erano al lavoro in due capannoni abbandonati di proprietà del Comune.

Smaltimento abusivo di rifiuti nei capannoni abbandonati, blitz all´alba

La Spezia - Hanno fatto irruzione all'alba e smantellato un'azienda abusiva dedita allo smaltimento di rifiuti speciali ferrosi. Il nucleo ambientale della Polizia municipale alle prime luci del mattino è piombata in Via Valdilocchi in due casermoni fatiscenti di proprietà del Comune all'interno dei quali sono state trovate tre persone che stavano lavorando.
Tra di loro era presente un uomo, italiano di 56 anni, titolare di un'azienda che si occupa del commercio di materiali ferrosi e i suoi tre collaboratori due italiani e un extracomunitario.
La Municipale nei confronti di queste persone ha accertato l'occupazione di suolo pubblico e lo svolgimento, completamente nell'abusivismo, della raccolta e lo smaltimento di rifiuti ferrosi.
Sostanzialmente senza alcun permesso, nonostante il 56enne fosse titolare di un'azienda registrata, avevano creato una piccola impresa all'interno della quale venivano portati i materiali in ferro poi smaltiti, separati e in un secondo momento venduti.
Un'azienda vera e propria dunque dotata di deposito che però dovrà essere svuotato il prima possibile e dopo il pagamenti di un'ammenda da 6.500 euro. Oltre a questo il 56enne dovrà rispondere di occupazione di edificio pubblico, di fatto l'area è di proprietà del Comune, e se non libererà il magazzino abusivo per lui scatterà anche il penare per il reato ambientale di gestione e deposito di rifiuti speciali senza autorizzazione. Dal punto di vista occupazionale partiranno delle verifiche anche con l'ispettorato del lavoro per fare chiarezza sulla posizione dei collaboratori che questa mattina sono stati trovati assieme al 56enne.
Sul posto è intervenuta anche Arpal che ha certificano la non pericolosità dell'ingente quantità di merce rinvenuta nei capannoni. L'area essendo di proprietà del Comune non è stata sequestrata. La Municipale è arrivata alla soluzione del caso a seguito di lunghi appostamenti in zona, una volta completato il quadro sono entrati in azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure