Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Si costituisce l'ultimo della banda dei furti in casa

Era sfuggito all'arresto lasciando la sua casa di Torino il 20 ottobre scorso. Ieri si è presentato in procura scortato dal suo avvocato. Gli inquirenti erano ormai sulle sue tracce.

il quindicesimo
Si costituisce l'ultimo della banda dei furti in casa

La Spezia - Game over. Era latitante da un paio di settimane il quindicesimo associato della banda che aveva colpito in decine di appartamenti e organizzato altrettante truffe ad anziane. Ieri si è però costituito in procura, probabilmente dopo aver compreso che ormai gli inquirenti stavano chiudendo il cerchio attorno al suo nascondiglio. Gli arresti del resto del gruppo erano del 20 ottobre scorso quando, prima dell’alba, i carabinieri del Comando provinciale della Spezia, supportati da colleghi di altre tre regioni e di reparti speciali, avevano dato esecuzione a quindici ordinanze di custodia cautelare a carico di soggetti ritenuti responsabili di appartenere ad una associazione per delinquere dedita a furti, furti in abitazione e truffe, anche a danno di anziani, che nell’arco degli ultimi dieci anni aveva messo a segno almeno un centinaio di colpi.

Uno dei soggetti da arrestare, un 63enne residente in provincia di Torino, si era però mosso dalla sua abitazione 24 ore prima che l’operazione scattasse: troppo tardi per fermare la macchina ormai pronta e troppo presto per riuscire a localizzarlo di nuovo in tempo, nonostante le tracce raccolte indicassero che si era spostato proprio tra La Spezia e Carrara. Il classico “neo”, che però non ha demoralizzato i carabinieri del Nucleo investigativo, che non si sono arresi e, in queste due settimane, hanno continuato a cercarlo senza sosta.
Forse conscio del cerchio che si stava chiudendo intorno a lui e probabilmente a seguito di un consulto con il suo legale, proprio ieri l’uomo ha deciso di costituirsi e, accompagnato dal suo avvocato, si è presentato in Procura alla Spezia, dove ha trovato i carabinieri ad attenderlo per notificargli quell’ordine di custodia cautelare in carcere pendente. Dopo di che, per lui si sono aperte le porte della casa circondariale di Villa Andreino alla Spezia.
Tutte e 15 le persone da arrestare, così, sono state assicurate alla giustizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News