Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Agosto - ore 15.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Se ne va Aharon Croccolo, faro della comunità ebraica e della memoria

Partigiano, in prima linea per aiutare gli ebrei arrivati a Spezia nel 1946, educatore, riferimento morale e culturale.

Mercoledì i funerali
Se ne va Aharon Croccolo, faro della comunità ebraica e della memoria

La Spezia - Nelle scorse ore si è spento alla Spezia all'età di 97 anni Aharon Adolfo Croccolo, responsabile del culto della comunità ebraica spezzina, partigiano, testimone e protagonista delle vicende degli ebrei che, scampati allo sterminio nazifascista, trovarono nella Spezia l'agognata Porta di Sion. Nato alla Spezia il 21 maggio del 1921, nel 1937 viene assunto dalla società elettrica Cieli con la qualifica di letturista, successivamente viene impiegato in officina dove si occupa del funzionamento delle centrali elettriche. Nel corso della seconda guerra mondiale viene trasferito a Carrara: qui prende parte alla lotta di Liberazione prestando servizio presso le formazioni operaie di protezione impianti industriali. Nel marzo del 1945 viene arrestato alla Spezia e tradotto alla Caserma dell'ex XXI Reggimento Fanteria; grazie ad uno stratagemma riesce a fuggire evitando la deportazione in Germania. L'11 aprile 1945 Croccolo prende parte alla Liberazione di Carrara. Terminata la seconda guerra mondiale, nell'aprile del 1946 Adolfo Aharon Croccolo è uno degli organizzatori dell'esodo di più di mille ebrei che partono, in data 8 maggio 1946, con le navi "Fede" e "Fenice" dal Porto della Spezia. L'impegno per la conservazione e il nutrimento della memoria per Croccolo non è mai venuto meno, ad esempio promuovendo il concorso scolastico dedicato al ricordo di Adriana Revere, una bimba di nove anni deportata nei campi di concentramento - e mai tornata – assieme alla famiglia. I funerali si svolgeranno domani alle 14.30 alla sezione ebraica del cimitero della Spezia.

Non ha fatto mancare il suo sentito ricordo Giuseppe Momigliano, rabbino capo di Genova, dove per molti anni Croccolo è stato maestro e animatore delle attività della piccola sezione della comunità ebraica di Genova. “Una vita lunga e intensa, che lo vide sempre impegnato nei più alti valori ebraici e civili, con dedizione ed entusiasmo, all’interno e all’esterno mondo ebraico”, scrive il rabbi, che poi rilegge la vicenda di Croccolo nel corso della guerra e di quel convulso 1946 spezzino, pulsante di “momenti straordinari che Aharon Croccolo ricordava con grande emozione, anche a distanza di molti anni”, pagine che Spezia dal 2001 ricorda con il Premio Exodus. Momigliano rammenta poi come “a partire dal dopoguerra Aharon Croccolo si è dedicato con amore e fede profonda, senza risparmio di tempo e fatica, alla vita ebraica della sezione della Spezia, curando le funzioni nel locale oratorio, insegnando ai bambini e ai ragazzi, rappresentando con autorevolezza la sezione presso le istituzioni, trovando anche il tempo per curare significative ricerche sulla storia degli ebrei nello Spezzino e in Lunigiana. Ha raccolto gratitudine e stima, sarà ricordato e rimpianto”.

Una scomparsa che arriva a pochi giorni della Giornata della Memoria e dalla contestuale comparsa dello striscione 'Ogni palestinese è come un camerata, stesso nemico e stessa barricata!' affisso da Lotta studentesca, la giovanile dei neofascisti di Forza Nuova, su un muro del complesso Due Giugno, ex caserma del XXI Reggimento, da dove Croccolo, più o meno coetaneo degli autori dello striscione, riuscì a fuggire salvandosi dagli aguzzini nazifascisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News