Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Scuole, strutture ospedaliere. Il terreno di caccia di un ladro seriale

Il responsabile, spezzino di 31 anni, è già stato arrestato. La Squadra mobile ha ricostruito tutti i colpi, le indagini proseguono.

Scuole, strutture ospedaliere. Il terreno di caccia di un ladro seriale

La Spezia - Ha sfondato la porta della segreteria con calcio. Al Porto Mirabello ha fatto il segno di vittoria dopo un altro colpo. Le immagini della videosorveglianza parlano chiaro e la Polizia di Stato nel ricostruire le malefatte di un 31enne spezzino arrestato ieri dopo il raid ai Battellieri del Golfo e al Sert, e per una serie di furti qua e là fino ad arrivare a San Terenzo passando anche per l'obitorio del Sant'Andrea, sono state catalogate una per una e non è da escludere che la lista di allunghi visto che le indagini sono ancora in corso.
Ed è grazie alla refurtiva e alle immagini della videosorveglianza che la Squadra Mobile, diretta da Girolamo Ascione, ha un quadro chiaro di quanto combinato dal 31enne dal 12 marzo fino a ieri mattina alle 6.50 quando è stato trovato davanti ad una struttura della Marina di Via XV Giugno mentre cercava di entrare.
L'attenzione sul 31enne, ritenuto almeno di 10 furti da La Spezia al Comune di Lerici, è tornata a partire dal 12 marzo quando per gli investigatori si è introdotto all'interno della scuola elementare Mori del complesso del 2 Giugno armato di cacciavite. Con un calcio ha sfondato la porta della segreteria e frugando dappertutto si è impossessato di un'agenda e di un registro. Materiali che poi sono stati trovati in suo possesso.
Il giovane per nascondere la refurtiva utilizzava uno zainetto, provento di furto, nel quale erano celate anche delle carte prepagate sottratte grazie ad alcuni borseggi. Il modus operandi si è rivelato il medesimo per quasi tutti i colpi nelle strutture pubbliche, private che prendeva di mira nelle quali tornava anche a pochi giorni di distanza dal precedente furto. Scassinava la porta principale e cominciava a rovistare prediligendo materiali, come computer e cellulari, facilmente piazzabili tra i ricettatori. Le scuole sono state le più colpite e nella lista è compresa anche la scuola di Marola. In questo caso la prova inconfutabile è stata data dal ritrovamento di alcune chiavette Usb.
Il terreno di caccia del giovane era anche la stazione ferroviaria, dove ha "ripulito" alcune vetture in sosta anche ai danni di un turista americano. Le ricerche erano serrate e gli agenti hanno seguito le tracce del 31enne arrivando anche ad un altro giovane, di un anno più grande, poi indagato per un furto in abitazione avvenuto a dicembre commesso in periodo in cui l'amico si trovava in carcere. Il picco di furti, per la Polizia, si è concentrato nel periodo in cui il 31enne è uscito dal carcere.
La media era di uno fino a quattro furti al giorno e in breve tempo si è arrivati alla fine di marzo quando il giovane ha preso di mira la struttura ospedaliera di Via Fiume, impossessandosi dei cellulari di servizio. Tutto il materiale che la Polizia è riuscita a recuperare è stato restituito ai legittimi proprietari. Tra le altre strutture razziate c'è anche la camera mortuaria spezzina e lo spaccio dell'ospedale.
Esperto conoscitore del territorio, l'uomo arrestato, sapeva dove entrare e ostentava anche una certa sicurezza davanti alle telecamere. Tra gli ultimi colpi le continue visite al Poggio orto bar di Via XX Settembre e in un ufficio al porto. L'ultima volta che è stato fermato aveva un mp3 e uno zaino, anche quelli proventi di furto. Il 31enne, per il quale il 4 maggio ci sarà una nuova udienza, è ritenuto responsabile anche di alcuni borseggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un altro colpo immortalato dalle telecamere
Il segno di vittoria, davanti alle telecamere


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure