Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Aprile - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Scandalo appalti, proseguono gli interrogatori

Un imprenditore di una multinazionale cinese conferma il pagamento a Buccheri, il mediatore nega tutto.

prime ammissioni
Scandalo appalti, proseguono gli interrogatori

La Spezia - Uno dei dirigenti della multinazionale cinese coinvolta nello scandalo appalti ha ammesso di aver pagato Massimo Buccheri il dirigente sospeso dall'Asl che attualmente si trova in carcere Villa Andreino. Come riporta l'agenzia Ansa l'imprenditore ascoltato a Milano al quale sono contestati i reati di turbativa e concussione, ha chiesto di essere sentito perché vuole collaborare: avrebbe ammesso la turbativa d'asta relativa a un bando regionale su ventilatori e altri presidi medici.

L'imprenditore avrebbe poi ammesso anche di aver pagato Massimo Buccheri, il dirigente della Asl della Spezia finito in carcere con le accuse di corruzione, concussione, turbativa d'asta, rivelazione del segreto d'ufficio e falso in atto pubblico. Il rappresentante di zona della multinazionale sentito a Genova, ha rigettato gli addebiti ma ha confermato di essere a conoscenza della turbativa.
Tornando a ieri, sempre secondo l'agenzia Ansa, il mediatore dell'azienda cinese ha risposto alle domande gel gip ma ha respinto le accuse. Quest'ultimo è finito in carcere a Genova e attualmente si trova a Marassi.
Il mediatore è stato sentito su rogatoria dal giudice Riccardo Ghio. L'uomo ha negato tutto e ha dato una sua spiegazione su i fatti che gli vengono contestati.

L'interrogatorio è stato trasmesso ai pm della Spezia che hanno coordinato le indagini della Guardia di finanza. Al dirigente Asl Massimo Buccheri sono contestati i reati di corruzione, concussione, turbativa d'asta, rivelazione del segreto d'ufficio e falso in atto pubblico, mentre ai rappresentanti della multinazionale i reati di corruzione e turbativa d'asta. Ai domiciliari imprenditori e professionisti 'amici' coinvolti a vario titolo tra i quali l'ex consigliere forzista Luigi Morgillo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News