Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Dicembre - ore 22.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sbloccata la vicenda dei container (poco) radioattivi in porto

Questa mattina il Tavolo tecnico che si è svolto nella sede dell'Autorità di sistema portuale ha deciso di rispedire al mittente il contenitore già aperto e di procedere verso lo sdoganamento degli altri tre, dopo ulteriori verifiche.

Sbloccata la vicenda dei container (poco) radioattivi in porto

La Spezia - Si dividono le strade dei quattro container contenenti semilavorati metallici bloccati in porto a causa di un lieve livello di radioattività dovuta all'isotopo cobalto 60. Il Tavolo tecnico che si è riunito questa mattina in Via del Molo ha infatti deciso di rispedire al mittente il contenitore "ostaggio" in banchina dal 5 dicembre scorso nel terminal di Lsct e di procedere allo sdoganamento degli altri tre, dopo aver concluso le ulteriori verifiche tecniche necessarie.
La riunione che si è svolta nella sede dell’Autorità di sistema portuale ha preso la decisione in attuazione al Piano di intervento predisposto dalla Prefettura e in vigore dal 2010.

Nel dettaglio, per ciò che riguarda il contenitore di dischetti di ottone che è già stato aperto, tra i quattro rinvenuti, avendo stabilito che la fonte radioattiva (che comporta comunque livelli bassissimi, pari a due volte il fondo di radioattività naturale, mentre la pericolosità per la salute scatta con livelli superiori a 50 volte il fondo naturale) deriva da materiale non di origine naturale, si è deciso che si richiederà alla Prefettura di attivare la procedura volta a reinoltrare al mittente il prodotto.
Il resto della merce, secondo il piano di bonifica presentato oggi, verrà verificato e sdoganato qualora non abbia subito alcuna contaminazione. In caso contrario verrà anch’esso rispedito al mittente.
I tre contenitori non ancora aperti, dunque, saranno sottoposti a verifiche con strumentazione specifica in dotazione all’Agenzia delle Dogane, che procederà all'esame per accertare, se possibile, il materiale che origina la radioattività rilevata, anche in questo caso di livello molto basso.
Qualora si trattasse di fonti naturali (molti materiali lapidei presenti in natura, quali per esempio l’argilla, hanno una bassa contaminazione di fondo) i contenitori verranno sdoganati. In caso si trattasse di materiali non di origine naturale, si procederà invece con gli approfondimenti del caso.

Si avvia a conclusione, dunque, una vicenda che ha fatto emergere contraddizioni di stampo burocratico, senza che vi fosse un concreto rischio per la salute.
Per fare chiarezza su quanto accaduto e sulla carenza di informazioni che si è avuta anche all'interno del perimetro portuale i sindacati hanno chiesto ulteriori incontri.
"Ben vengano le rassicurazioni che ci sono arrivate in maniera informale da parte dell'Autorità di sistema portuale e dal Qsa di Lsct nei confronti dei Rls, ma - dichiara a CDS il segretario di Uiltrasporti, Marco Furletti - abbiamo chiesto che comunque l'Adsp convochi il Comitato di igiene e sicurezza nei prossimi giorni per un'illustrazione di tutta la vicenda e per comunicarci in modo ufficiale l'esito del Tavolo di questa mattina. Inoltre domani ci sarà un incontro tra i tre rappresentanti alla sicurezza di sito con i rappresentanti del Qsa di Lsct per fornire qualche elemento in più, anche perché, fatte salve le rassicurazioni sulla salute di chi ha lavorato intorno a quei contenitori, una maggiore tempestività nelle comunicazioni ai lavoratori sarebbe stata necessaria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News