Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sappe: "Ancora aggressioni nel carcere spezzino. Per detenuti psichiatrici servono Rems"

Sappe: "Ancora aggressioni nel carcere spezzino. Per detenuti psichiatrici servono Rems"

La Spezia - "A distanza di pochi giorni, un’altra aggressione ha coinvolto tre agenti del carcere della Spezia". A denunciarlo è il SAPPe della Ligura. "Questa volta un detenuto italiano di 30 anni, già protagonista di altre aggressioni - dichiarano dal sindacato -, ha dapprima spintonato un agente e successivamente si è letteralmente scagliato contro un altro agente con intenzioni minacciose. Solo l’intervento di altri agenti ha reso possibile contenere l’ira del detenuto e a riportarlo con difficoltà nella sua cella. Pretestuose le motivazioni: il detenuto pretendeva di non rientrare nella propria cella ma girare liberamente per l’istituto".

"E’ evidente che la Polizia Penitenziaria di La Spezia – afferma il segretario provinciale del SAPPe Emanuele Frasca - non può continuare a subire le scelte errate dell’amministrazione che continua a inviare detenuti con problemi psichiatrici quando l’istituto della Spezia non ha un supporto psichiatrico adeguato in quanto lo specialista è presente solo 4 ore al giorno, una presenza insufficiente, una carenza che lascia poi alla Penitenziaria tutte le conseguenze della gestione di questi soggetti. Ora è ora di fermare questo stillicidio. La Polizia penitenziaria della Spezia è stanca e le varie segnalazioni non sono state ascoltate dai vertici del Ministero della Giustizia, per questo il SAPPe dichiara lo stato di agitazione e probabili forme di protesta".

"Ogni giorno – secondo il segretario regionale del SAPPe Michele Lorenzo – ci sono episodi violenti perpetrati da detenuti violenti che non possono essere tutti concentrati su La Spezia. L’ufficio detenuti del Provveditorato regionale deve intervenire ed alleggerire l’istituto della presenza di questi detenuti. I troppi detenuti psichiatrici dovrebbero essere curati nella REMS, strutture dedicate alla cura e custodia dei soggetti psichiatrici, ma purtroppo in Liguria non esistono ancora. Speriamo che la giunta regionale del presidente Toti si attivi non solo per il garante dei detenuti ma anche e soprattutto accelerando i tempi della istituzione della REMS, liberando così la polizia penitenziaria dalle violenze dei detenuti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News