Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Settembre - ore 21.28

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ruba le offerte in chiesa per pemettersi il traghetto

La vicenda riguarda un 64enne processato questa mattina per direttissima dopo che i carabinieri lo hanno arrestato per un fatto avvenuto a Levanto. I militari gli hanno offerto un pasto caldo.

la refurtiva: 12 euro
Ruba le offerte in chiesa per pemettersi il traghetto

La Spezia - Aveva bisogno di un pasto caldo e per racimolare qualche spicciolo è entrato nella chiesa di Levanto e ha forzato la cassetta delle offerte. Dietro quell'atto c'era la volontà anche di recuperare del denaro per tornare nella sua città natale: Oristano.
Una storia difficile quella di un 64enne di origine sarde, arrestato ieri pomeriggio dai Carabinieri e poi scarcerato questa mattina, che ha perso i figli e in passato aveva raggiunto le Cinque Terre per un lavoro stagionale. Rimasto disoccupato, recentemente ha anche scoperto di poter rientrare in "Quota cento" ma essendo ancora residente in Sardegna aveva necessità di ritornare a casa. A quel punto, ciò che gli mancava erano i 34 euro per acquistare il biglietto del traghetto.
Ieri si è introdotto nella parrocchia "Nostra Signora della Guardia”. L'uomo che pensava di non essere visto, non si è accorto della presenza del vicario che ha immediatamente chiamato i carabinieri. Quando sono arrivati sul posto non ci hanno messo molto a rintracciare il 64enne.
Ormai il fatto era compiuto e nonostante l'uomo abbia riconsegnato al parroco il maltolto, pochi spiccioli l'equivalente di 12 euro, è stato accompagnato nella camera di sicurezza dove gli è stato fornito un pasto caldo.

Questa mattina si è tenuto il rito direttissmo davanti al giudice che vista la piccola somma sgrafignata dalla chiesa e la particolare tenuità del danno ne ha disposto la scarcerazione.
La difesa del 64enne, che in fase di interrogatorio ha confessato il furto, è stata presa in carico dal legale Luca Bicci. Per l’uomo, già noto alle forze dell'ordine, è comunque stata avanzata la proposta di allontanamento dalla provincia con foglio di via obbligatorio e sono ora in corso indagini per verificare se possa essere responsabile anche di altri furti verificatisi nel corso degli ultimi giorni ai danni di chiese della riviera spezzina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News