Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rifiuta la cocaina, viene pestato a sangue e preso a cinghiate. Due arresti

La vittima è un 45enne che a seguito di una brutale aggressione ha riportato: traumi alle costole, al capo, agli arti inferiori e superiori, con sospetta lesione alla milza.

aperti più fascicoli
Rifiuta la cocaina, viene pestato a sangue e preso a cinghiate. Due arresti

La Spezia - Quando ha rifiutato di acquistare la cocaina lo hanno pestato selvaggiamente, ma adesso i suoi aggressori sono in carcere. La vittima è un 45enne che la sera del 22 ottobre era andato a un distributore automatico di sigarette nella zona di Corso Cavour ed era stato avvicinato da un gruppetto di sconosciuti. Uno di loro gli aveva proposto un paio di dosi di cocaina. Il 45enne ha rifiutato scostando la mano dello spacciatore facendo cadere a terra la droga. Negli istanti successivi si è consumata la brutale violenza. Il 45enne è stato preso a calci, pugni e una cinghiata per essere poi trascinato in Via Venezia dove ha cercato di guadagnare una via d'uscita. In quel frangente il branco lo ha anche rapinato prendendogli cellulare e contanti.
Un testimone ha chiamato il numero unico delle emergenze, l' 1 1 2, e sul posto sono arrivati gli uomini della Squadra volanti. Gravi le lesioni riportate dal 45enne e giudicate guaribili, da un primo accertamento, in un mese: traumi alle costole, al capo, agli arti inferiori e superiori, con sospetta lesione alla milza.
Un episodio gravissimo per il quale si è attivata la Squadra mobile che ha raccolto tutti gli elementi per ricostruire gli eventi supportati anche dalle immagini delle telecamere presenti in zona. Gli agenti della Polizia di Stato sono quindi riusciti a risalire a due degli aggressori: due cittadini dominicani di 24 e 31 anni già noti agli uffici della questura.
I due cittadini sono stati arrestati dagli uomini della Squadra Mobile, in esecuzione della misura della custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale della Spezia Mario De Bellis, su richiesta del sostituto Procuratore della Repubblica Monica Burani, che ha coordinato le indagini.
Ai due indagati sono contestati il reato di rapina e quello di lesioni gravi, aggravati dal fatto di essere stati commessi da più persone riunite, con armi ed in orario notturno, approfittando così di circostanze di tempo tali da ostacolare la pubblica e privata difesa. I due arrestati sono stati accompagnati al carcere Villa Andreini dove rimangono a disposizione dell’Autorità giudiziaria. A loro carico è stato aperto anche un altro fascicolo dall’Ufficio Immigrazione della per la successiva adozione di provvedimenti di allontanamento definitivo dal Territorio nazionale, in ragione della pericolosità manifestata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News