Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Aprile - ore 05.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Regione Emiliano-lunense, la ventunesima regione mai nata

Regione Emiliano-lunense, la ventunesima regione mai nata

La Spezia - «Onorevoli Senatori. Nei lavori della Costituente si parlò a lungo della sistemazione giuridica del territorio attualmente compreso nella regione Emilia-Romagna. Il problema principale era se dovesse essere costituita una regione «Emilia lunense» come originariamente previsto nel testo dei lavori preparatori, con Modena, Parma, Piacenza e lo sbocco al mare o se dovesse essere istituita una regione Emilia senza citare la Romagna, che però inglobasse anche quel territorio, o se, alla fine, dovesse essere creata una regione «Emilia e Romagna». Questo fu il testo che uscì dalla Costituente: «Emilia e Romagna».
Anche se di regione emiliano-lunense si inizio a parlare già durante il trattato di Fontainebleau del 1814, vi proponiamo uno stralcio di un comunicato alla Presidenza datato 7 febbraio 2002 su iniziativa di alcuni senatori col quale si pose di nuovo all'attenzione la questione di una regione abbozzata alla vigilia della Costituente grazie all'interesse sel Giuseppe Micheli che propose tramite il suo giornale “La Giovane Montagna”, l'idea di una regione emiliano-lunense comprendente le province della Spezia, Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e il circondario di Pontremoli.
Fu poi Carlo Sforza, ministro degli esteri nel secondo dopo guerra, a portare avanti quell'idea e la stessa provincia della Spezia invio' ai deputati quattro opuscoli per sostenere questo progetto amministrativo.
L'idea era quello di creare tre diverse regioni: l'Emilia, la Romagna, l'Emilia Lunense.
Nel luglio del 1946 la Commissione dei 75 propose l'istituzione delle Regioni ad autonomia ordinaria (Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emiliana Lunense, Emilia e Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzi, Molise, Campania, Puglia, Salento, Lucania, Calabria) (art. 123 del progetto di Costituzione), demandando la decisione sulla definitiva individuazione di queste ultime al Plenum costituente. Il 17 dicembre 1946 ci fu un intervento particolarmente favorevole alla creazione della regione emiliana-lunense espresso anche dall'On. Pietro Bulloni. Nell'ambito della Seconda Sottocommissione la proposta venne approvata il 18 dicembre 1946, testo definitivo dell'articolo 22:
«Le Regioni sono: Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli, Liguria, Emilia-Appenninica, Emilia e Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzi, Molise, Campania, Puglia, Salento, Lucania, Calabria, Sicilia, Sardegna, Valle d'Aosta».
Qualcosa cambia nel 1947: la questione venne però riaperta l'anno successivo e all'unanimità venne chiesta la sospensione di ogni decisione in merito e alla fine la proposta di istituire la regione passò nel dimenticatoio.
Per info guardare il bel sito: http://www.lunezia.com/

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News