Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Settembre - ore 23.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rapina e lesioni, indagati dopo una lite in centro storico

Cocci di bottiglie per aggredire un uomo alle prime luci dell'alba ma i carabinieri individuano i responsabili attraverso i filmati delle telecamere comunali.

in piazza garibaldi
Rapina e lesioni, indagati dopo una lite in centro storico

La Spezia - Alle prime ore dell’alba, ha squillato il telefono del 112. Dall'altra capo un privato cittadino che voleva segnalare l'episodio che aveva appena visto in Piazza Garibaldi, in pieno centro città: un uomo extracomunitario presentava ferite da taglio all’addome ed al volto. Il ferito, sempre secondo la descrizione molto particolareggiata del cittadino, cadeva a terra privo di forze. Sul posto si è precipitata immediatamente soccorso l'autoambulanza che ha trasportato l'uomo all'ospedale della Spezia in pericolo di vita per i tipi di lesioni riportate.

Contestualmente i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno iniziato una serrata attività investigativa, anche tramite la visione dei filmati di videosroveglianza del comune. Dai filmati sono state estrapolate le immagini d'una accesa lite tra tre uomini, uno dei quali, aggredito dagli altri due, è stato riconosciuto nel nordafricano ferito e trasportato al Sant'Andrea. La visione dei filmati e la conoscenza del territorio da parte dei militari operanti hanno permesso di identificare uno degli aggressori, un uomo indiano 44enne rintracciato presso il proprio domicilio dove gli investigatori hanno sequestrato i vestiti indossati durante l’aggressione, che nel frattempo erano stati riposti in una bacinella con acqua e sapone: il sospetto è che gli stessi potessero essere ancora sporchi di sangue.

L'alacre attività degli investigatori ha permesso di identificare anche l’altro aggressore, non ancora rintracciato, un 35enne di origini nordafricane, e di appurare che le ferite da tagli fossero state inferte verosimilmente con dei cocci di bottiglie di vetro. Nel frattempo gli accertamenti sanitari eseguiti sul giovane ferito, poi identificato come un marocchino 38enne, hanno permesso di escludere che lo stesso fosse in pericolo di vita. Le ferite da taglio sono state giudicate guaribili in 10 giorni. Gli aggressori, durante le concitate fasi di aggressione, si sarebbero anche appropriati di uno zaino contente pochi euro in contanti. Dovranno rispondere di rapina aggravata e di lesioni personali aggravate in concorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News