Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 13.13

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pendolari del crimine, la Mobile stronca un giro di "topi d'appartamento"

Nuova operazione della Polizia di Stato contro i furti in abitazione. A Riccò del Golfo hanno proceduto all'arresto di un uomo e ne hanno denunciato il padrone di casa per ricettazione.

Pendolari del crimine, la Mobile stronca un giro di "topi d'appartamento"

La Spezia - Potenziali pendolari del crimine bloccati ancor prima di entrare in azione. Un arresto e due denunce. Così la Polizia di Stato con la Squadra mobile, diretta da Girolamo Ascione, ha stroncato sul nascere un potenziale pericolo legato ai furti in appartamento.
A finire in manette è un uomo, di origini albanesi, trovato in un'abitazione di Riccò del Golfo e che gli agenti della Mobile hanno stanato dopo aver fermato altri due giovanissimi trovati con un cacciavite. I due giovani, entrambi albanesi, sono stati fermati nei giorni scorsi durante un controllo mirato al contrasto dei furti in appartamento.
Quando la Mobile ha fermato i due giovani nessuno dei due era in grado di giustificare la presenza in Italia e non conoscevano l'italiano. Sono stati identificati e uno di loro denunciato perchè in possesso di un cacciavite.
La rotta dei pendolari del crimine. L'incontro con la polizia ha dato i suoi frutti perchè gli agenti sono riusciti a risalire ad un terzo uomo, trovato in un'abitazione a Riccò del Golfo, già noto in Italia per questioni di droga e allontanato dal questore di Milano nel mese di marzo. Una settimana dopo il suo rimpatrio era rientrato 'via gomma' passando dall'Austria.
Il percorso dall'Austria è il medesimo utilizzato dai due uomini fermati durante il controllo. A confermare il percorso sono stati i timbri sul passaporto.
Un aspetto che per la Mobile traccia la rotta dei "pendolari" del crimine che preferiscono il trasporto su strada, mimetizzati tra coloro i quali fanno questo genere di viaggi per raggiungere le famiglie nell'Est Europa. Questo genere di spostamenti lascia meno tracce rispetto all'aereo. Un metodo già utilizzato in passato anche dai rapinatori che dal Sud Italia decidevano di colpire in altre zone del Belpaese.

Ricettazione, un arresto e una denuncia. La Mobile una volta raggiunto Riccò ha proceduto all'arresto del cittadino albanese trovato nell'abitazione perchè ha violato le norme sull'immigrazione e il conseguente divieto a rientrare in Italia. Giunti all'abitazione gli agenti hanno proceduto ad una perquisizione che ha portato al ritrovamento di alcuni oggetti hi-tech, tra i quali un Ipad rubato ad un turista fiorentino in una casa vacanze a Porto Venere nel mese di luglio. In questo caso i poliziotti hanno agito nei confronti del proprietario di casa, un altro albanese di 25 anni, denunciato poi per ricettazione.
Per la Mobile non sarebbe da escludere la possibilità che l'abitazione della bassa Val di Vara potrebbe essere una possibile base per i trasfertisti.

Il modus operandi. Il sistema dei furti in appartamento delle bande dell'est è rodato e le dinamiche sono ben note alla Polizia di Stato. Negli anni tra le operazioni più importanti la Mobile ha lavorato su No Limits e No Limits 2. Già all'epoca avevano notato che i trasfertisti preferivano gli spostamenti su gomma.
I ladri d'appartamento aspettano l'imbrunire per colpire, non prima di aver fatto un sopralluogo, usano le canale per salire oppure commettono effrazioni forzando anche le finestre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News