Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Dicembre - ore 22.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pagliari piange Lucio "Qunzio" Sommovigo

ferroviere in pensione
Pagliari piange Lucio "Qunzio" Sommovigo

La Spezia - All’anagrafe era Lucio, ma per tutti gli abitanti di Pagliari era Qunzio. Se ne è andato la sera del 9 novembre alla bella età di 91 anni. Storico residente del quartiere levantino, nato proprio in una casa nella campagna limitrofa. Era una persona molto conosciuta, sempre disponibile con tutti: pronto alla battuta spiritosa e a raccontare tanti episodi relativi alla vita del quartiere e ai vari personaggi che negli anni passati vivevano in zona. Uomo semplice, sempre aggiornato su tutto nonostante gli anni. Moderno nelle vedute, persona simpatica e brava di cuore. Non sono parole scontate per Lui che ha lasciato un ricordo profondo a chi gli ha voluto bene e nelle persone che lo hanno frequentato negli anni. Aveva vissuto la sua adolescenza segnata dagli anni della seconda guerra mondiale, spesso raccontava episodi legati al conflitto, di quando a Fossamastra c’erano gli stabilimenti balneari, di quando andava in spiaggia al Nettuno, all’Elios, all’Iride.

Quinzio aveva lavorato nelle Ferrovie dello Stato e una volta in pensione si era ritirato a far vita nel suo quartiere. Se un abitante di Pagliari aveva bisogno di una qualsiasi cosa Quinzio era sempre disponibile a dare una mano, era capace a fare di tutto dall’idraulico all’elettricista, dal cuoco al saldatore, dal falegname al calzolaio, dal muratore al contadino, dal suo orticello tirava fuori prodotti deliziosi. Quinzio è stato un fautore del parco giochi “Sabrina”, il suo lavoro di volontariato assieme ad amici della zona ha reso possibile la bonifica di una zona paludosa in un’area verde regalata alla comunità di Pagliari. Nel giorno del suo compleanno il 28 aprile (in pieno lockdown) una trentina di persone del luogo si sono riunite, a debita distanza, sotto la sua casa e una volta fatto affacciare al terrazzo gli hanno cantato “tanti auguri” questo per dimostrare l’attaccamento alla persona speciale che era. Il ricordo di Gianni Badiale: "Buon viaggio caro Quinzio, con te se ne va una pietra miliare di Pagliari, una bella persona. Ci mancherai". La redazione di Città della Spezia porge sentite condoglianze alla figlia Caterina alla nipote Jessica, a tutti gli altri parenti e amici di "Quinzio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News