Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ottantuno sanzioni da agosto per la violazione delle norme anti Covid

Un altro report richiesto alla Polizia municipale. Il comandante Pagliai: "Abbiamo lavorato con un quarto di personale in meno. Ora stanno meglio". Ottantuno sanzioni da agosto ad oggi. I commissari: "Nuove azioni per sensibilizzare i giovani".

I commissione

La Spezia - Ottantuno sanzioni da agosto ad oggi e un ritorno alla normalità tra le fila del comando della Polizia locale della Spezia dopo che alcuni agenti sono risultati positivi al Covid 19. Non solo, la proposta di attivarsi per alcune campagne di sensibilizzazione sui media per raggiungere giovani e meno giovani. Questi in sostanza i punti chiave della commissione consiliare I che si è tenuta nella serata di oggi alla quale ha partecipato il comandante della Polizia municipale della Spezia Alberto Pagliai. Assente per impegni istituzionali, il sindaco della Spezia che in mancanza della nuova nomina dell'assessore alla Sicurezza ne fa le veci. Aspetto che non è sfuggito al consigliere Caratozzolo che ha anche puntualizzato: "Speriamo di uscire presta da questa situazione, problematico non avere l'interlocuzione con il comune". Dibattito troncato sul nascere dal presidente Vatteroni che ha poi precisato: "Il sindaco ha svolto pienamente il suo ruolo e si è confrontato con questa commissione attraverso la mia figura. La sua assenza di oggi è dovuto a doveri istituzionali dai quali non poteva esimersi".
Nel dettaglio nel corso della commissione, richiesta dal consigliere Raffaelli alla quale si è aggiunta un chiarimento da parte del commissario Melley in merito alla situazione dei contagi per otto agenti della Polizia locale.
"Tra la fine di ottobre e i primi di novembre - ha spiegato il comandante Alberto Pagliai - un quarto del personale è mancato perché 8 colleghi hanno contratto il virus e altri 16 sono stati messi in quarantena per aver avuto contatti diretti. La situazione sta fortunatamente tornando alla normalità e di questi colleghi nessuno è dovuto ricorrere al ricovero in ospedale. Abbiamo avuto un momento di difficoltà per il personale fuori, non lo abbiamo mai negato. Ma ora l'emergenza sta rientrando in via definitiva".
Dal punto della situazione in ambito sanitario, il comandate ha focalizzato la sua relazione su cosa è accaduto per le vie della città a partire dal mese di agosto quando in pochi giorni il quartiere umbertino è diventato zona rossa.
"Questo arco temporale è stato scelto - ha proseguito - proprio per l'aumento dei contagi di quel periodo e per dare contezza a tutta la commissione di come abbiamo operato. A partire dal Ferragosto sono stati emessi un totale di 81 verbali (l'ultimo è stato consegnato al comandante in diretta durante il dibattito via streaming, NdR) per violazioni alle normative anti covid soprattutto per le presenze sul territorio e non a bordo delle auto. I controlli sui mezzi sono ricominciati in maniera massiccia con l'uscita dell'ultimo Dpcm che vieta gli spostamenti da una regione all'altra oppure da un Comune all'altro a causa della zona arancione. Quindi da agosto ad pochi giorni fa i controlli erano concentrati sugli spazi pubblici e quelli aperti. In queste 81 sanzioni rientrano ancnhe delle attività commerciali per le quali sono scattate le chiusure per cinque giorni e con sazioni anche fino a 5mila euro. Erano solo su spazi pubblici e aperti. In quest'ambito sono stati colpiti particolarmente i market etnici che non rispettavano le normative e alcuni circoli dominicani. Tea gli ultimi provvedimenti anche un supermercato del centro che non si è premurato dell'applicazione delle norme anti assembramento senza alcun filtraggio delle persone che vi entravano all'interno".
Occhi puntati anche sui mercati settimanali dove non sono mancate le sanzioni: "In questo caso sono state 15 a carico anche di clienti che in particolar modo non indossavano la mascherina".
Dai consiglieri Frascatore e Caratozzolo alcuni chiarimenti su come abbia lavorato la Municipale riguardo ai più giovani. Il comandante Pagliai ha ricordato: "Quest'estate la movida si è rivelata problematica ma stiamo riscontrando in realtà maggiore attenzione, la nostra e quella degli altri corpi coinvolti nei servizi interforze non cala. Noi proseguiamo nel nostro costante lavoro dissuasorio e di informazione. I numeri che vi ho fornito sono solo una minima parte di quanto i nostri agenti sono chiamati a rispondere ogni giorno".
I consiglieri Pecunia e Caratozzolo hanno poi rilanciato su una possibile azioni di sensibilizzazione puntando ai canali di comunicazione locale per i quali però servirebbero finanziamenti specifici. Diversa invece la richiesta della consigliera commissaria De Muro che ha chiesto delle problematiche di Piazza Cavour.
"Nel mese di maggio - ha spiegato il comandante Pagliai - sono state richieste azioni più incisive non sono mancate sanzioni per i clienti e la chiusura di qualche banco. L'attenzione rimane sui mercati settimanali e in merito l'amministrazione ha ridisposto anche alcuni esercenti per evitare anche l'assembramento incolpevole".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News