Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 11.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oltre duecento persone per l'ultimo abbraccio a Davide | Foto | Video

Questa mattina gli amici di Piazza Brin, dello stadio e del paese hanno salutato per l'ultima volta il 38enne scomparso improvvisamente una settimana fa. Cori, applausi e tanto affetto per la famiglia, la compagna Erika e il figlio Pietro.

"Gamba sarai sempre con noi"
Oltre duecento persone per l'ultimo abbraccio a Davide

La Spezia - Non volevano lasciarlo andare, Davide era lì con loro come era sempre stato sino a una settimana fa, pronto a ridere e scherzare, con la forza del suo sguardo gentile, della sua disponibilità e della sua accoglienza. Duecento persone, forse di più, tra amici, parenti, conoscenti, compaesani, anziani, ragazzi e bambini. Tutti stretti intorno a Erika e a quel feretro scortato dall'obitorio del Sant'Andrea al campo sportivo di Campiglia e poi portato a spalle sino alla piazza della chiesa, dove è andato in scena l'ultimo accorato abbraccio al compagno e padre, all'amico di sempre, al ragazzo di Piazza Brin al tifoso e al campigliese di adozione. Davide era tutto questo e ad accompagnarlo nell'ultimo viaggio c'era una folla eterogenea, proveniente da ogni angolo della provincia e anche oltre. Presenti le sciarpe dello Spezia e molti di coloro che nei giorni scorsi, durante lo Speziafest hanno dedicato al "Gamba" un torneo di calcio a cinque e una miriade di cori.

Come promesso Erika e gli amici di una vita lo hanno saluto con le note di Vasco, l'autore della colonna sonora della storia d'amore che ha portato alla nascita di Pietro, che meno di un mese fa, a otto anni, era andato con mamma e papà al suo primo mega concerto del Blasco a San Siro.
Nell'aria, oltre al dolore per la perdita di Davide Rossi, aleggiava ancora l'incredulità che una settimana fa aveva invaso di cuori di tutti: a soli 38 anni, senza alcun preavviso, senza alcun motivo, una vita era stata spezzata senza concedere appello. Lasciando tutto a metà.
Questa mattina le mani si sono soffermate ad accarezzare il legno della bara, quasi a volerne asportare la superficie, per controllare che fosse tutto vero, per cancellare l'illusione che da un momento all'altro Davide potesse spuntare da dietro l'angolo, pronto a fare baldoria. Un senso di vuoto che ha sfiorato anche i bambini rimasti in paese, che guardavano con occhi curiosi, stupiti e inconsapevoli quel nugolo di persone pervase da un misto di lacrime, cori, canzoni, sorrisi amari e applausi.
Le donne della famiglia si sono piegate a più riprese per salutare il figlio, il nipote e il compagno con il loro silenzio composto, per poi lasciarlo definitivamente alla carica degli amici. Tra chi bussava sulla bara e chi dedicava un brindisi al "Gamba" alla fine è venuto il momento dell'addio e lo hanno deposto nella terra umida del cimitero, sotto la lapide in cui compare con i suoi tipici occhi gentili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

01/07/2019 - Un momento dell'ultimo saluto a Davide Rossi: una folla di amici e parenti a Campiglia


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News