Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Luglio - ore 07.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Occhio alle truffe, la prevenzione scende in piazza

Tutti in Piazza Cavour con l'associazione di categoria Confartigianato, Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza per una giornata di sensibilizzazione a tutela delle fasce più deboli.

consigli utili
Occhio alle truffe, la prevenzione scende in piazza

La Spezia - Uno stand per spiegare ai cittadini come combattere un reato odioso come le truffe. Così Confartigianato, con la sezione "Persone" questa mattina è scesa in piazza assieme a Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato per una campagna di sensibilizzazione in occasione della Giornata Nazionale contro le truffe agli anziani.
“Siamo un’associazione di rappresentanza delle piccole e medie imprese - ha dichiarato Giuseppe Menchelli direttore di Confartigianato la Spezia – costituite da persone. L’opuscolo che abbiamo consegnato oggi è stato realizzato in collaborazione con la Prefettura e le forze dell’ordine e che spiega come si può essere più sicuri insieme. Nonostante l’impegno delle associazioni e delle forze dell’ordine le truffe sono ancora troppe. Da qui abbiamo preso l’impegno di dare più informazioni possibile e promuovere incontri con tutta la cittadinanza”.

Confartigianato persone Anap pensionati è in prima linea per questa battaglia. “Questa campagna - spiega Wanda Francini - è molto importante per noi e per i pensionati. E’ necessario aiutarsi sempre e sentirsi uniti. Questa mattina abbiamo avuti molti contatti e abbiamo consegnato il materiale informativo per tutelarsi e quindi come comportarsi in caso di visite inaspettate oppure se si viene avvicinati da sconosciuti”.

All'evento era presente anche il Comune della Spezia nella figura dell'assessore alla sicurezza Gian Marco Medusei che ha ricordato l'impegno costante delle forze dell'ordine e l’importanza della prevenzione. “La collaborazione interforze e la prevenzione sono fondamentali - ha dichiarato l’assessore - e l’obbligo è tutelare le fasce deboli e vulnerabili”.

Tanti i consigli che Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di finanza hanno fornito a molti cittadini che si sono trovati in Piazza Cavour per la spesa quotidiana. Un aiuto valido può arrivare anche con la presenza, costante, delle forze dell'ordine che presidiano il territorio.
“Le truffe agli anziani rappresentano - ha spiegato il commissario capo Lorenzo Mulas della Polizia di Stato - una delle forme più deplorevoli di raggiro. I truffatori tendono ad approfittarsi delle persone più indifese e millantando spesso scenario drammatico: un parente che sta male e chiedono denaro per ottenere un aiuto. Il primo contatto avviene telefonicamente per poi recarsi a casa della vittima. Il consiglio è di interrompere immediatamente la telefonata sospetta e contattare il numero di emergenza. Oggi siamo qui con i nostri poliziotti di quartiere che percorrono ogni giorno le vie della città e sempre disponibili ad ascoltare i cittadini”.

Il primo passo dunque è riconoscere le modalità della truffa. “L’arma dei carabinieri - ha spiegato il capitano della Compagnia dei carabinieri della Spezia Andrea Romanelli - tiene sempre alta l’attenzione verso le tipologie di reato come le truffe agli anziani. L’informazione al cittadino, per prevenire queste situazioni, viene garantita quotidianamente anche nei più piccoli centri abitati da pattuglie anche a piedi. Spesso promuoviamo degli incontri con i cittadini per tutelarli. Le truffe più comuni ai danni degli anziani sono legate alle false banconote, oppure da parte di sedicenti operatori di acqua luce e gas, finti avvocati e rappresentanti delle forze dell’ordine. L’abilità dei malviventi è carpire la fiducia della propria vittima che presa dai sensi di colpa per essere caduta nel raggiro non racconta l’episodio a nessuno. Noi li invitiamo a denunciare, perché così può partire un intervento repentino ed efficace”.

Incappano nelle truffe non sono soltanto gli anziani ma anche le persone che navigano sul web. “Questa tipologia di truffa - ha dichiarato il tenente Comandante del reparto operativo della Guardia di Finanza della Spezia Antonino Di Gesù - non avviene tramite i contatti telefonici oppure con un avvicinamento tra le persone. I truffatori hanno trovato terreno fertile riuscendo a colpire non solo le fasce deboli. E’ importante cambiare frequentemente la propria password con caratteri particolari e codici alfanumerici, meglio ancora se si utilizzano i caratteri speciali. Non aprite mai le mail da mittenti sconosciuti e gli allegati ad esse collegate perché possono contenere virus che carpiscono i dati personali. Un altro suggerimento è: non fornire mai i propri dati personali nel momento in cui si ricevono mail di vincite o simili. Tutti piccoli accorgimenti che possono favorire una vita serena e senza truffe”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News