Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 10.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Normalità da raccontare: dimentica lo zaino, lo recupera giovane migrante

Documenti, soldi, computer addio? Sì, finché non arriva quel messaggio...

Il racconto
Normalità da raccontare: dimentica lo zaino, lo recupera giovane migrante

La Spezia - Dimenticare sul treno lo zaino con computer, soldi, documenti e materiale didattico. Disperare, cercarlo senza la reale speranza di rivederlo. E ritrovarlo grazie a un bel gesto. E' capitato a Marta, giovane sarzanese, universitaria a Pisa, da dove tornava con il solito regionale. Una storia raccontata sul suo blog (Ilcappellaioracconta) da Ilenia Morachioli, penna felice e volto noto dell'attivismo locale, già presidente di L'egalité.

Come scrive Ilenia, Marta e suo padre – che quando va a prendere la figlia alla stazione di Sarzana si accorge subito che manca un 'pezzo' – si precipitano alla stazione della Spezia centrale, poi a quella di Migliarina, interessando la Polizia ferroviaria. Ma dello zaino nessuna traccia. Sparito. Molto probabilmente sgraffignato.

La mattina dopo l'universitaria sarzanese, anche lei come Ilenia attiva nel sociale, è pronta a imboccare l'iter per rifare i documenti. Ma le arriva un messaggio via social. E' un operatore di un centro di accoglienza migranti dello spezzino la informa lo zaino ce l'ha uno degli ospiti della struttura, un 20enne nigeriano. Ha preso lo zaino smarrito e l'ha consegnato agli operatori in modo da innescare la ricerca del legittimo proprietario. Marta e sua madre vanno al centro d'accoglienza e recuperano tutto, ringraziando il protagonista del bel gesto. E ci scappa anche una pizza-gratitudine. “Sono testimone di una storia a lieto fine – scrive Ilenia -, provo malessere quando penso a ciò che sto scrivendo e che di fatto non ci sarebbe bisogno di scrivere. Mi stupisco difronte alla necessità di dover trasmettere un episodio di assoluta normalità, mi preoccupo per le reazioni che questa lettura potrebbe generare”. La storia integrale la trovate qui: https://ilcappellaioracconta.wordpress.com/2019/02/01/immaginiamo-una-storia-di-umanita-e-che-non-ci-sia-bisogno-di-raccontarla/

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News