Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Marzo - ore 18.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Natale a sprangate nell'Umbertino, cinque arresti | Foto

Una decina di persone coinvolte. Tutte le forze dell'ordine hanno lavorato per sedare una maxi rissa in Via Roma. Vista l'emergenza domani si terrà un incontro straordinario del Comitato ordine e sicurezza.

"ve mato tutti"
Natale a sprangate nell'Umbertino, cinque arresti

La Spezia - Una rissa colossale e la notte tra Natale e Santo Stefano da dimenticare. Sangue a terra, un uomo preso a sprangate, cinque persone arrestate e una 18enne svenuta tra la folla. Un quartiere sveglio, Polizia locale, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e soccorritori impegnati su ogni fronte per sedare gli animi. Nel parapiglia generale spuntano un dominicano naturalizzato spezzino di 32 anni e un altro 29, una donna di 23 anni dominicana, altre due connazionali di 27 e 29 anni.

E' il bilancio della notte folle tra Via della Scorza e Piazza Brin a seguito dello scoppio di una rissa tra cittadini dominicani dentro e fuori in Via Roma. Il preludio alla follia è cominciato alle 23.40 circa quando un agente scelto della Polizia locale ha sentito un gran trambusto e si è affacciato dalla finestra.
Lo scenario che si è presentato ai suoi occhi aveva già di per se dell'incredibile: una giovane donna stava, con i pantaloni bianchi, colpendo con una spranga in diversi punti del corpo un altro uomo che stava perdendo sangue dalla testa. Quest'ultimo, che veniva colpito più volte alle gambe al torace e alle braccia, cercava di allontanarsi verso la chiesa di Piazza Brin e la donna che lo stava assalendo, in preda alla rabbia, ha utilizzato la sbarra di metallo che serviva per chiudere le saracinesche del locale infrangendo tutte le vetrine dello stesso e i muri. Sembrava una furia, era inavvicinabile e gridava "Ve mato tutti".

La situazione in strada era già degenerata. Almeno dieci persone fuori dal ritrovo si stavano già picchiando con calci, pugni, schiaffi. Come in un film western, nel cuore della notte dell'umbertino, volavano bottiglie la gente gridava e c'era un gran fracasso con le persone che entravano e uscivano dal locale sempre urlando.
L'agente fuori servizio non ha esitato si è presentato al locale identificandosi ma prima era andato dalla giovane con la sbarra di metallo. Quest'ultima ha nascosto l'arnese sotto un'auto parcheggiata. Alla vista dell'uomo in divisa il gestore del locale spingeva fuori i clienti e cercava di chiudere rapidamente la saracinesca. Nel frattempo è arrivata sul posto anche la Polizia di Stato che ha preso in custodia la spranga per evitare che altri potessero impossessarsene.
Gli agenti della Polizia vista la situazione di emergenza cercavano di fermare la 23enne che fino a pochi minuti prima aveva brandito il lungo arnese. La giovane era tutt'altro che tranquilla ma a sua volta, a più riprese, rischiava di essere colpita da un'altra dominicana di 27 anni con una borsa decorata da borchie di metallo.
La 27enne veniva bloccata e per liberarsi strappava dalla divisa i gradi a un poliziotto. E' stata caricata nell'auto di servizio. Nel frattempo la rissa proseguiva e nel parapiglia una 19enne è stata colpita e ha perso i sensi. Elemento che ha scaldato ulteriormente gli animi perché, vista a terra la vittima, i rissaioli hanno cominciato a spintonarsi di nuovo e a darsi la colpa tra loro.

L'uomo colpito dalla spranga, nonostante stesse sanguinando copiosamente dalla testa, ha avuto comunque la prontezza di afferrare un coccio di bottiglia da terra cercando di colpire un altro uomo, dominicano, gridando: "Sei morto, ti ammazzo, vi ammazzo tutti".
La Polizia locale e di Stato erano impegnate su più fronti e tra pugni, calci e schiaffi hanno tenuto bloccati i quattro fermati (le due donne cercavano comunque lo scontro) e notato che dentro al locale tra gli avventori c'erano anche dei minorenni. Le cinque persone fermate sono state caricate sulle volanti.
In breve, in Via Roma, è arrivata anche un'ambulanza del 118 per l'uomo ferito e sanguinante che però non voleva salire sul mezzo. Quando si è visto il portellone aperto e la barella è scappato via urlando e ci sono voluti diversi richiami per portarlo in ospedale. Sono stati gli uomini della Guardia di Finanza a trovarlo a pochi passi dal luogo dell'accaduto e a convincerlo ad affidarsi alle cure mediche visto il suo stato. L'uomo si è mostrato molto aggressivo anche con i finanzieri ma alla fine è salito in ambulanza.

Come detto, la portata di questa rissa è stata colossale e tutti continuavano a venire alle mani. Le due donne caricate per prime sulle volanti si cercavano anche in ospedale per venire alle mani. Le persone ferite e prese in custodia da parte delle forze dell'ordine hanno riportato ferite lacero contuse con prognosi dai 5 ai 7 giorni.
Cinque persone sono finite in manette e il Pm Soffio ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo che si terrà domani alle 11 in tribunale dove gli arrestati dovranno spiegare i motivi per i quali si è scatenato quel delirio, anche se l'alcol da quanto si apprende dalle forze dell'ordine sembra essere una delle cause principali.

L'episodio di questa notte non finirà solo in tribunale e gli atti degli interventi sono stati firmati da Polizia locale e di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza. A causa della violenta rissa, del contesto e del disturbo arrecato a tutto il quartiere il Comitato ordine e sicurezza potrebbe già riunirsi da domani per analizzare quanto accaduto e valutare strategie da adottare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News