Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Ottobre - ore 15.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Musica, citazioni e applausi per l'addio ad Antonello Pischedda | Video

Questa mattina in Piazza Beverini i funerali.

"Per Antonello!"
Musica, citazioni e applausi per l'addio ad Antonello Pischedda

La Spezia - Un sonetto di Shakespeare recitato da Eros Pagni e tanti applausi hanno salutato Antonello Pischedda. E poi ancora, i ritratti fuori dalla chiesa che lo hanno immortalto nei suoi momenti felici con la moglie oppure più intimi, con la sua pipa in bocca. L'arte e la cultura che hanno permesso che diventasse un faro per la città non sono mancate, soprattutto, oggi nell'estremo saluto nella chiesa di Piazza Beverini.
Con Antonello Pischedda non se ne va soltanto una figura pubblica ma un uomo che della sua passione per la cultura, dotato di grande curiosità e talento si è fatto amare da generazioni di artisti e tanta gente comune che proprio oggi non è voluta mancare.
Arte e musica c'erano anche nell'omelia dedicata a Pischedda. Il parroco ha citato Lucio Dalla: "La morte è solo la fine del primo tempo, il secondo tempo è l'eternità. La vita di ogni uomo è una sinfonia incompiuta e il dialogo però continua in un modo nuovo. La nostra speranza non deve venire meno e preghiamo per Antonello, un uomo curioso e pieno di talento, affinchè venga accolto dal grande abbraccio di Dio. Come dice Sant'Agostino: una lacrima evapora, un fiore appassisce, una preghiera tocca il cuore".
La chiesa abazziale di Santa Maria Assunta era gremita e nelle prime file oltre alla famiglia, c'erano l'assessore alla cultura Paolo Asti con la fascia tricolore, l'ex senatore Massimo Caleo e l'ex sindaco della Spezia Massimo Federici. Sparsi tra le navate i volti della cultura e delle amministrazioni di ieri e tra di loro anche l'ex ministro Andrea Orlando. Vicino al feretro, poi, il gonfalone del Comune della Spezia.

Al termine della rito religioso è stato letto dall'attore Eros Pagni un sonetto di Shakespeare: "Quando all'appello del silente pensiero io cito il ricordo dei giorni passati, sospiro l'assenza di molte cose bramate e a vecchie pene lamento lo spreco della mia vita: allora, pur non avvezzi, sento inondarsi gli occhi per gli amici sepolti nella notte eterna della morte, e piango di nuovo pene d'amor perdute, e soffro lo stacco di tante immagini scomparse: allora mi affliggo per sventure ormai trascorse, e, di dolore in dolore, tristemente ripasso l'infelice conto delle sofferenze già sofferte che ancora pago come non avessi mai pagato. Ma se in quel momento io penso a te, amico caro, ogni perdita è compensata e ogni dolor ha fine".

Quando il feretro è uscito dalla chiesa ad accoglierlo uno scroscio d'applausi accompagnati da un grido spontaneo: "Per Antonello!". E la musica jazz dell'Original sprugolean jazz band ha fatto il resto dando così l'ultimo saluto a un maestro di cultura che tra i primi ha provato a rivoluzionare la città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

23/08/2018 - L'ultimo saluto ad Antonello Pischedda

Ritratti di Antonello Pischedda
Ritratti di Antonello Pischedda
Ritratti di Antonello Pischedda


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News