Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 13.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Missione G7 per il Comsubin, neutralizzati 31 ordigni esplosivi

Ritrovamenti bellici nelle acque antistanti Taormina, in Sicilia.

Missione G7 per il Comsubin, neutralizzati 31 ordigni esplosivi

La Spezia - I palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) della Marina in supporto al dispositivo della sicurezza per il G7, hanno concluso le operazioni di rimozione e neutralizzazione di trentuno ordigni residuati bellici rinvenuti durante le attività di messa in sicurezza delle acque e dei siti, attraverso l’impiego di assetti C-IED - Counter Improvised Explosive Device - per la ricerca e la bonifica di ordigni esplosivi in ambiente marittimo e subacqueo. Nella mattina di oggi sono stati distrutti a mezzo "brillamento" tutti gli ordigni rinvenuti, riconosciuti come proiettili di piccolo e medio calibro di fabbricazione tedesca, risalenti alla seconda Guerra Mondiale.

Le operazioni condotte dai Palombari, svolte con la massima cautela, hanno permesso di riconoscere gli ordigni inesplosi, ma ancora pericolosi, di rimuoverli dal fondale e di rimorchiarli in un’area di sicurezza individuata dalla locale Autorità Marittima, dove sono state portate a termine le procedure per la distruzione. In occasione del summit, la componente aereo navale della Guardia di Finanza, responsabile della sicurezza a mare dell’evento entro le 12 miglia, ha affidato il coordinamento delle attività subacquee ai Palombari del GOS, che già in passato in occasione di diverse esercitazioni della Protezione Civile, erano stati chiamati a guidare attività subacquee interforze ed interagenzia.

Le attività in supporto alla sicurezza per il G7 hanno visto cooperare insieme ai Palombari della Marina anche i sommozzatori della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Polizia di Stato, formatisi presso il Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin). Quest'operazione, come molte altre attività condotte dal personale del Gruppo Operativo Subacquei, si inserisce nell'ambito delle capacità che la Marina Militare mette al servizio per la sicurezza della collettività e della salvaguardia del mare. I Palombari di Comsubin in caso di rinvenimento accidentale, raccomandano a chiunque dovesse imbattersi in manufatti, con forme simili a quelle di un ordigno esplosivo o parti di esso, di non toccarli o manometterli in alcun modo, denunciandone, il prima possibile, il ritrovamento alla locale Capitaneria di Porto o alla più vicina stazione dei Carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure