Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Novembre - ore 21.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Minaccia di morte la ex davanti al suo appartamento

La Polizia di Stato blocca una delicata situazione scaturita ieri sera a Fossitermi: l'uomo aveva intenzioni estreme ma è stato fermato prima dagli agenti. Addosso però nessuna pistola.

Minaccia di morte la ex davanti al suo appartamento

La Spezia - Il richiamo disperato di una donna, che chiama il 113 perché minacciata con la pistola dall'ex compagno, squarcia una serata d'inizio estate nel quartiere di Fossitermi. In questi casi la prudenza non è mai troppa e la "calata" della Polizia di Stato nel quartiere nord della città, non può che avvenire nel modo più discreto possibile: d'altro canto i propositi dell'aggressore sono i più estremi perchè nelle sue volontà non c'è solo quella di far fuori la ex ma di arrivare egli stesso, subito dopo, ad atti estremi senza ritorno. Di fronte ad una situazione del genere, con la possibilità che un'arma spunti all'improvviso e venga pericolosamente agitata, il dispositivo d'intervento deve essere perfetto.
Così quando i poliziotti raggiungono il civico indicato, lo fanno in modo discreto, cercando l'effetto sorpresa: da lontano intravedono effettivamente un uomo intento a suonare compulsivamente al campanello della spezzina, classe '77. I poliziotti gli arrivano alle spalle e gli intimano di girarsi lentamente, di mostrare le mani, senza fare movimenti bruschi: era l'uomo che cercavano. I loro richiami alla calma non producono però gli effetti sperati: l'uomo si gira di scatto e inizia a discutere con gli agenti, mettendo le mani nelle tasche come volesse estrarre qualcosa. Il sangue freddo, l'esperienza, la professionalità fanno in questi casi la differenza e gli agenti riescono a neutrizzarlo sul cofano della macchina, evitando possa fare uso di una possibile arma. Durante gli attimi concitati è lui stesso ad ammettere di aver minacciato la ex ma della pistola nessuna traccia. Nè addosso, nè nella sua auto, parcheggiata lì vicino. Successivamente, in seguito agli accertamenti, l'uomo è stato dapprima portato in Questura poi è scattata la perquisizione domiciliare nella sua casa di Sarzana: era titolare di un porto d'armi per uso sportivo e nel suo domicilio veniva rinvenuta una pistola calibro 9 x 21, due caricatori ed alcuni proiettili. Lui è uno 53enne spezzino di nascita, che si è visto sequestrare la pistola e tutto il materiale, con tanto di denuncia per minaccia aggravata. Secondo il racconto ufficiale di Viale Italia, l'uomo si è presentato negli uffici ancora piuttosto spavaldo ed arrogante, minimizzando perfino la gravità delle minacce con una frase piuttosto eloquente: "Ma vi pare che io abbia bisogno di una pistola per fare quello che devo fare?".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure