Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Febbraio - ore 00.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Maxi esercitazione in porto alla Spezia | Foto

Maxi esercitazione in porto alla Spezia

La Spezia - Il 17 dicembre, presso il Molo “Ravano” del Porto della Spezia, facente parte del Terminal Container della società LSCT, il personale del Comando Vigili del Fuoco ha partecipato ad una esercitazione antincendio ed antinquinamento organizzata dalla locale Capitaneria di Porto. All’esercitazione, oltre al personale della Capitaneria di Porto e della società LSCT, hanno partecipato il Servizio 118 dell’ASL n°5, la Polizia di Stato-Polizia di Frontiera, la Guardia di Finanza, il Servizio Chimico di Porto, l’Arpal e la società Sepor.

L’esercitazione ha avuto inizio alle ore 9:00 circa, a seguito di una chiamata pervenuta al Numero Unico di Emergenza 112, con la quale è stato segnalato dal personale del terminal portuale che presso la testata del Molo Ravano, durante la movimentazione con carrello, un container contenente merce pericolosa infiammabile in fusti, era caduto al suolo, danneggiandosi e determinando la fuoriuscita di liquido infiammabile sul piazzale e successivo sversamento di tale prodotto in mare. A seguito dell’incidente il liquido infiammabile si era innescato determinando un “incendio di pozza” presso il piazzale del terminal e lo specchio acqueo antistante.

L’addetto alla movimentazione del carrello per il trasporto del container era rimasto intossicato dai fumi dell’incendio, rimanendo in prossimità dell’area interessata dall’incidente.

La Sala Operativa del Comando dei Vigili del Fuoco è stata quindi attivata dal NUE 112, e sono stati inviati sul posto una squadra di soccorso con autopompaserbatoio, una squadra di supporto con una Autobottepompa, nonché un funzionario tecnico con una autovettura. Contestualmente è stata inviata anche la squadra specialista nautica del distaccamento portuale dei Vigili del Fuoco a bordo dell’imbarcazione RAFF 04 (Rescue and Fire Fighting), per lo spegnimento dell’incendio in mare.

All’arrivo sul posto, il personale VVF intervenuto a terra, ha provveduto a delimitare l’area di massima pericolosità, dove potevano operare solo i Vigili del Fuoco con i dispositivi di protezione individuale completi, nonché l’area operativa non pericolosa, ubicata esternamente alla prima, destinata esclusivamente al personale delle varie Amministrazioni intervenute per il soccorso.

Il gestore del terminal e, successivamente il Servizio Chimico di Porto, hanno consegnato al ROS (Responsabile delle Operazioni di Soccorso) le documentazioni attestanti le caratteristiche della sostanza infiammabile oggetto dell’incidente, in particolare per quanto riguarda le condizioni di pericolo e le cautele da adottare in caso di sversamento.

Si è proceduto ad “attaccare” l’incendio sul piazzale del molo provvedendo, allo stesso tempo, al soccorso dell’operatore del terminal rimasto intossicato dai fumi, che è stato poi affidato al personale ASL n.5 – 118.

Nello specchio acqueo antistante il molo, la RAFF 04 dei Vigili del Fuoco ha proceduto ad attivare il “monitore” per l’erogazione della schiuma antincendio, al fine di estinguere l’incendio del liquido infiammabile sversato in mare.

Una volta spento l’incendio, sia sul piazzale del terminal che nello specchio acqueo antistante, e provveduto al raffreddamento del container incidentato, all’interno del quale si era propagato l’incendio, il ROS dei Vigili del Fuoco ha consegnato l’area dell’incidente al personale del terminal, per le successive operazioni di bonifica.

L’esercitazione ha avuto esito positivo per tutte le Amministrazioni e Società private che hanno operato con tempestività, costituendo un valido addestramento anche per quanto riguarda gli aspetti legati al coordinamento delle operazioni di soccorso e messa in sicurezza dei luoghi.

Il personale Vigile del Fuoco ha potuto testare le metodologie di attacco all’incendio di liquidi infiammabili, in particolare per quanto riguarda lo spegnimento all’interno di ambienti confinati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News