Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Novembre - ore 22.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lite per una bolletta. Colpito da un pugno, 46enne muore dopo un mese

Era ricoverato al Don Gnocchi alla Spezia
Lite per una bolletta. Colpito da un pugno, 46enne muore dopo un mese

La Spezia - E' spirato ieri sera al Don Gnocchi della Spezia Giuseppe Carbone, 46 anni, dopo essere stato colpito da un pugno in faccia lo scorso 7 ottobre durante una lite per una bolletta. Lo riporta Ansa. L'episodio era avvenuto Bargagli e all'origine dello scontro una discussione per una bolletta della luce di un box con un ristoratore del posto. I due si erano incontrati per chiarirsi ma dalle parole erano passati ai fatti: qualche schiaffo, qualche spintone e poi i pugni.
Uno aveva colpito Carbone al volto ma, complice qualche bicchiere di troppo che l'uomo avrebbe bevuto quella sera, era finito a terra sbattendo la testa. A indagare sulla vicenda i carabinieri della compagnia di Chiavari. L'uomo era finito in coma, ricoverato all'ospedale San Martino di Genova. Nei giorni scorsi il trasferimento al centro di riabilitazione Don Gnocchi della Spezia dove tuttavia il 46enne è deceduto ieri. Ora per il ristoratore che fino a ieri era indagato per lesioni aggravate dal sostituto procuratore Francesco Cardona, il capo di imputazione cambia: l'uomo è accusato di omicidio preterintenzionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News