Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Luglio - ore 13.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Questura vara il maxi-dispositivo per l'estate

Tutte le specialità della Polizia di Stato coinvolte per gestire il fenomeno turistico: fra flussi-monstre, microcriminalità di strada, truffe on-line e infrazioni via mare.

il piano
La Questura vara il maxi-dispositivo per l'estate

La Spezia - Una miriade di turisti in città e sulle coste del Golfo dei Poeti delle Cinque Terre e gli spezzini, o almeno quelli più fortunati, che chiudono le loro case per godersi le prime ferie estive. Un centro-città che si muove fra chi viene e chi va, la "miglior" condizione possibile per chi della microcriminalità ha fatto un mestiere. Di questi tempi, come ogni anno, la questura della Spezia, guidata da Francesco Di Ruberto, intensifica i controlli nelle zone nevralgiche, tenendo conto di quella che è ormai l'asse conclamata dei flussi: al di là delle Cinque Terre, le maggiori concentrazioni riguardano le località turistiche e balneari di Portovenere, Lerici e il grande litorale spiaggioso di Marinella. Nell’ambito del fenomeno connesso alla consumazione dei reati contro il patrimonio, che in estate insiste maggiormente nel centro cittadino e nelle zone periferiche della città, la Squadra Mobile ha denunciato in questi giorni un soggetto di origine slava, individuato e riconosciuto dagli operatori tramite telecamere di sorveglianza per essersi impossessato di una bicicletta custodita all’interno dell’androne di un palazzo poco dopo aver effettuato l’obbligo di firma in Questura. Anche la squadra volante a seguito di un furto in appartamento della Scorza, rintracciava nelle vicinanze due minori di origine slava, già ampiamente conosciuti agli uffici, una delle quali nascondeva un grosso cacciavite. Le stesse venivano denunciate per possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere e false attestazioni sulla propria identità. Entrambe venivano accompagnate presso diverse case di accoglienza.

On the road: espulsione e rimpatri. Al di là dei crimini di strada, continua l’azione della Polizia di Stato della Spezia nell’ambito delle espulsioni. Solo nell’arco degli ultimi dieci giorni di giugno l’ufficio immigrazioni ha eseguito tre espulsioni: il 21 giugno è stato rimpatriato un cittadino tunisino che da accertamenti esperiti a seguito della revoca degli arresti domiciliari e remissione in libertà, risultava responsabile del reato di “reingresso clandestino” sul territorio nazionale essendo già stato precedentemente espulso e rientrato senza la prescritta autorizzazione ministeriale. Veniva così segnalato alla locale Prefettura, accompagnato e trattenuto presso il centro di permanenza per i rimpatri di Torino in attesa di esecuzione dell’espulsione che veniva successivamente eseguita con accompagnamento alla frontiera di Genova, imbarcandolo sulla nave “Chartage” alla volta della Tunisia. Sei giorni più tardi veniva eseguito un decreto di trattenimento presso il centro di permanenza per i rimpatri di Bari a carico di un cittadino marocchino, risultato essere stato oggetto di una precedente identificazione consolare condizione necessaria ad ottenere un valido lasciapassare al fine di eseguire l’accompagnamento coatto in frontiera. Infine nel corso dell’ultima settimana di giugno, con non poche difficoltà sia dal punto di vista della complessità dell’istruttoria dei provvedimenti che dell’esecuzione degli stessi, veniva accompagnato al centro di permanenza per i rimpatri di Brindisi un cittadino marocchino che, a seguito di scarcerazione, risultava gravato dalla misura di sicurezza dell’espulsione ex art.15 del T.U.I.

Vacanze, prenotazioni, truffe on-line. In relazione al maggior movimento di viaggiatori, la Digos ha incrementato i servizi antiterrorismo in ambito provinciale orientati nei confronti di persone sospette e stranieri, soprattutto irregolari sul territorio nazionale. Per scongiurare il fenomeno dei furti su auto e camper ad opera di nomadi la Polizia Stradale ha intensificato i controlli alle arie di servizio nei weekend e nelle ore serali e, in occasione dell’esodo estivo, sulla rete viaria per la circolazione. In un mondo che sceglie e prenota "fai da te" attraverso le piattaforme di prenotazione on-line, c'è lavoro anche per la Polizia Postale che in queste settimane ha indagato a piede libero nove soggetti dei quali cinque per truffa, una per sostituzione di persona e tre per diffamazione a mezzo social. Si consiglia di prestare la massima attenzione nell'effettuare prenotazioni online relative agli affitti turistici che, particolarmente in questo periodo, sono oggetto di truffe attraverso annunci ingannevoli.

Accertamenti in mare e nelle stazioni ferroviarie. La Polizia di Frontiera è impegnata quotidianamente nell’ambito del locale Scalo Marittimo ove effettua controlli serrati, in concorso con personale della Squadra Nautica e del locale Centro Nautico e Sommozzatori a bordo di acquascooter, in occasione dei numerosi attracchi delle navi da crociera che sostano nel Golfo recando una moltitudine di turisti, al fine di scongiurare attentati a soggetti esposti a rischio. Analoghi risultati venivano conseguiti in ambito ferroviario a seguito dei controlli serrati della Polfer sui treni diretti alle Cinque Terre che consentivano di individuare, con la collaborazione di personale delle Ferrovie dello Stato, due soggetti di origine senegalese resisi responsabili di aggressione nei confronti di controllori. Venivano indagate altresì due giovani nomadi, una delle quali per violazione del provvedimento di divieto di ritorno in Provincia e l’altra per violazioni delle norme sugli stranieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News