Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre - ore 17.21

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'ultimo saluto al brigadiere Pedatella: "Ci hai trasmesso valori non negoziabili"

Alla Chiappa la chiesa di San Bernardo non riesce a contenere tutti i colleghi ed amici che hanno voluto salutarlo per l'ultima volta.

vittima di un incidente
L'ultimo saluto al brigadiere Pedatella: "Ci hai trasmesso valori non negoziabili"

La Spezia - Chiesa di San Bernardo gremita in ogni ordine di posto per i funerali di Attilio Pedatella, il brigadiere della Guardia di Finanza, in forza alle Fiamme Gialle spezzine, morto due giorni fa in seguito ad un tragico incidente stradale. Alla Chiappa ci sono praticamente tutti i colleghi del comando provinciale di Viale San Bartolomeo, ma anche altri sopraggiunti appositamente da altre sedi. La sua moto alle 23 di lunedì scorso si era scontrata con un'auto, guidata da un 45enne di Novara in vacanza con la famiglia, all'incrocio tra viale Garibaldi e viale Amendola. Dopo l'urto con l'auto il motociclista era andato a sbattere contro il parapedonale: non c'è stato nulla da fare malgrado i tentativi di rianimarlo.

Una vicenda tragica nella quale è rimasta coinvolta un'altra famiglia: quella novarese contro la quale Attilio ha impattato nel tratto tra Viale Fieschi e Viale Amendola. L'uomo che conduceva l'auto, sulla quale viaggiavano anche la moglie e la figlia, era visibilmente sotto choc. Solo gli atti in mano al pm chiariranno cosa sia accaduto nel dettaglio anche se stando a fonti interne parrebbe trattarsi di un investimento. Attilio Pedatella dopo l'impatto è finito contro un parapedonale. In chiesa il ricordo è particolarmente accorato davanti alla madre, alla moglie a i due figli: "Grazie ai presenti - ha detto il parroco della Chiappa - gli avete dato affetto e passione. Attilio era una figura silenziosa ed umile, ha dedicato tutta la sua vita alla causa militare".

Le condizioni del 50enne di origine cosentina, l'altro giorno si rilevarono subito gravissime, oggi il ricordo è discreto, proprio come era lui: "Aveva uno stile essenziale, semplice. Ora Attilio è nelle mani di Dio e nessun tormento lo turberà". Un uomo che non si è mai tirato indietro, ripetono i colleghi fuori dalla chiesa e ancora il parroco dedica parole importanti alla sua figura: "Grazie di cuore Attilio perché ci hai trasmesso valori non negoziabili, come l'amore verso la vita, verso la patria e la famiglia". Coraggio e libertà, parole che si ripetono: "Caro Attilio, Maria ti accompagni in paradiso e tu da lassù intercedi: per la tua sposa, per i tuoi figli Guido e Gaia, per i colleghi della Guardia di Finanza, per i tuoi genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'ultimo saluto al brigadiere Pedatella


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News