Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Giugno - ore 15.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Inchiesta Ap, cinque imputati chiedono il patteggiamento

Gli altri sei hanno preferito proseguire con il rito ordinario, andando incontro al proscioglimento o al rinvio a giudizio. A processo anche tre società.

Il 10 dicembre si decide
Inchiesta Ap, cinque imputati chiedono il patteggiamento

La Spezia - Lunedì 10 dicembre sarà una data cruciale per il processo che segue l'inchiesta che due anni fa è esplosa sull'allora Autorità portuale. Sarà quello, infatti, il giorno in cui gli iscritti nel registro degli indagati sapranno se saranno prosciolti dalle accuse, rinviati a giudizio oppure, nel caso lo abbiano chiesto, se saranno ammessi al patteggiamento. Un'eventualità, quest'ultima che ieri è stata richiesta da cinque imputati di fronte al gup Marta Perazzo e al pm Luca Monteverde. Si tratta di Maurizio Pozella, difeso dall'avvocato Alessandro Civitillo, Davide Santini, difeso dagli avvocati Alessandro Rappelli e Daniele Caprara, Massimo Terenziani, rappresentato dall'avvocato Fulvio Biasotti, Marco Condotti, assistito dai legali Paolo Barbanente e Andrea Corradino, e Alessandra Albanese, difesa dall'avvocato Paolo Paterno.
Se il giudice accetterà la richiesta le pene, che oscillerebbero tra i 18 mesi e i quattro anni, potrebbero già essere comminate all'udienza del 10 dicembre, ridotte di un terzo.

Nell'ambito dell'inchiesta per corruzione e turbativa d'asta portata avanti dagli uomini della Guardia di finanza sono ancora coinvolti anche altri sei imputati, che ieri hanno invece deciso di proseguire il processo con rito ordinario: Lorenzo Forcieri, difeso dagli avvocati Paolo Mione e Andrea Corradino, Matteo Balestrero, rappresentato dall'avvocato Andrea Corradino, Davide Vetrala, assistito dal legale Riccardo Birga, Angela Fruzzetti difesa dall'avvocato Pier Paolo Tiepidino, Massimo Vigogna, difeso anch'egli da Mione e, infine, Giacomo Erario rappresentato dall'avvocato Stefano De Ferrari.

Le indagini, che il 2 novembre 2016 decapitarono i vertici dell'Authority spezzina mettendo nel mirino il sistema di gestione degli appalti messo in atto in Via del Molo, hanno portato a processo anche la società CCW srl, che chiederà il patteggiamento il 10 dicembre, così come Infoporto. La società Givi, invece, ha scelto il rito ordinario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News