Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Gennaio - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il sorriso di Sara Venturi illumina ancora il reparto di oncologia pediatrica

L'associazione che porta il nome della 28enne scomparsa a maggio ha raccolto oltre 10mila euro per il Gaslini. Serviranno a garantire il servizio di supporto psicologico per i piccoli malati e le loro famiglie.

Il sorriso di Sara Venturi illumina ancora il reparto di oncologia pediatrica

La Spezia - I piccoli pazienti del reparto di oncologia del Gaslini di Genova troveranno ancora il supporto psicologico di un professionista nel 2019. E' il frutto di quanto seminato in vita da Sara Venturi, 28enne scomparsa lo scorso maggio dopo aver lottato per anni contro una grave malattia. L'associazione "Sara nel cuore" che porta il suo nome è nata poco tempo dopo il suo addio e ha subito organizzato una raccolta fondi a favore del nosocomio dove la spezzina era stata in cura. Un'iniziativa che ha smosso la coscienza di moltissimi: alla fine la cifra raccolta è stata di 10.350 euro. Una manna dal cielo per l'istituto pediatrico.
"Avevamo pensato di compare un macchinario con quella cifra ma sono sorti impedimenti burocratici non indifferenti, quindi abbiamo virato su una borsa di studio incentrata sulla ricerca sul neuroblastoma - racconta Gianluca Parenti, marito di Sara - Poi è stato naturale capire come potevano essere indirizzati quei soldi. Per noi l'opera di sostegno psicologico è stata fondamentale e la stessa Sara era vicina alla laurea specialistica in piscologia".

Una donazione che è arrivata davvero al momento giusto, proprio mentre l'ospedale cercava le risorse per garantire un servizio che significa molto per le famiglie che hanno un piccolo paziente in cura per malattie che obbligano a cure lunghe. La consegna dell'assegno è avvenuta a Genova negli scorsi giorni, presenti Gianluca Parenti, il dottor Alberto Garaventa responsabile del dipartimento di oncologia, il dottor Massimo Conte, la dottoressa Loredana Amoroso e le infermiere Sabrina e Silvia. L'associazione "Sara nel cuore" è nata per volontà dello stesso Gianluca e dei genitori di Sara, Roberta Gaggero e Carlo Venturi e conta 23 soci fondatori.
Continuerà ancora la propria attività insieme al percorso per diventare una vera e propria onlus. "Ringraziamo gli oltre cento donatori e tutti quelli che ci hanno sostenuto - conclude Parenti - Presto organizzeremo altri eventi che porteranno il suo nome. E' un modo per tenere viva la memoria di Sara e di dare un senso a qualcosa che non ce l'ha. Ci muove il messaggio che Sara ci ha lasciato in dono: Chi semina il bene, raccoglie l'amore".

Chi volesse contribuire, può farlo tramite l'IBAN IT13Y0603010756000035562839 dell’Associazione Sara nel Cuore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










A un eventuale referendum sulla Tav Torino-Lione votereste...































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News