Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Settembre - ore 15.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Giornata di interventi per i soccorritori, scalatrice cade da 15 metri

Il Soccorso alpino, i Vigili del fuoco e i militi del 118 sono intervenuti a Deiva Marina e Davagna. In provincia della Spezia hanno assisistito una rocciatrice, in provincia di Genova hanno recuperato il corpo di un cacciatore ucciso da un malore.

Giornata di interventi per i soccorritori, scalatrice cade da 15 metri

La Spezia - Giornata difficile sui promontori liguri e super lavoro per i soccorritori. L'ultima domenica d'estate è stata segnata da due gravi eventi avvenuti in provincia della Spezia e Genova. A Deiva Marina per una rocciatrice caduta da 15 metri mentre scalava la Falesia "La sfinge" in compagnia del marito e dei figli. L'altro episodio, tragico, nel quale è morto un cacciatore di 69 anni è avvenuto a Davagna.
Il soccorso alla rocciatrice sul quale sono intervenuti il Soccorso alpino speleologico, i vigili del fuoco i soccorsi sanitari e i carabinieri è avvenuto nelle prime ore del pomeriggio. La donna, una 37enne di Genova, mentre tentava di scendere la via "Biancaneve", per motivi ancora da accertare, è caduta a terra dopo un volo di circa 15 metri .
La giovane madre ha riportato traumi molto gravi alla schiena ed alla testa, è stata immediatamente stabilizzata e portata con barella fino all'ambulanza. L'intervento molto delicato ha visto coinvolti la P.A. di Deiva i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri .Gli uomini del CNSAS hanno effettuato una prima verifica sulla Falesia ed i carabinieri stanno cercando di far luce sull'incidente.
Per quanto riguarda il soccorso a Davagna il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico è dovuto intervenire per il recupero di un cacciatore di 69 anni che è morto probabilmente a causa di un malore.
Il recupero del corpo è stato possibile grazie al lavoro dei Tecnici del Soccorso Alpino in collaborazione con i Vigili del Fuoco, in quanto l'uomo si trovava in fondo ad una scarpata nelle vicinanze di un fiume. Sono state predisposte le corde per il recupero dal fiume al sentiero e successivamente trasportato con barella portantina fino alla Mortuaria. Sul posto la Croce Rossa di Davagna con il medico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure