Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 08.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Furto a Fossitermi, ladri in fuga fracassano parte della refurtiva

La sera del 23 dicembre una famiglia è rientrata dopo un paio d'ore d'assenza e ha trovato la casa a soqquadro. Magro il bottino, oltre i mille euro i danni provocati all'abitazione.

Furto a Fossitermi, ladri in fuga fracassano parte della refurtiva

La Spezia - I ladri hanno portato via qualche orologio, una collanina e l'aspirapolvere Folletto che hanno fracassato durante la fuga. Magro bottino per i malfattori e tanti danni, invece, per la famiglia di Fossitermi che si è ritrovata la casa svaligiata la sera dell'antivigilia di Natale.
"Abbiamo trovato la porta chiusa dall'interno con la catena - racconta il padrone di casa a CDS - e siamo riusciti a entrare dalla mezza porta che siamo riusciti a spalancare. Per un attimo abbiamo pensato che nostra figlia fosse in casa. Abbiamo trovato tutto a soqquadro, potete comprendere la nostra amarezza ci eravamo assentati per un paio d'ore".
In casa di questa famiglia mancavano poche cose e per un attimo hanno non hanno incrociato i ladri. "Pensiamo siano passati dalle canalette esterne - spiegano ancora - . Essendo a ridosso della boscaglia potrebbero essere passati di lì. Il danno che hanno fatto in casa nostra supererà il migliaio d'euro. Tra l'altro è possibile che siano scappati di fretta, perché abbiamo notato che il Folletto era nella parte esterna della casa, quindi potrebbero esserselo caricati in spalla ed è scivolato mentre cercavano di andare via in fretta e furia. Tra gli oggetti che ci hanno preso c'era una collanina e qualche vecchio orologio".
Anche in questo caso, come in altri in provincia, il danno causato alla casa è superiore alla refurtiva. Da qualche mese, la situazione nel quartiere di Fossitermi sembrava tranquilla anche se nello stesso palazzo furti analoghi si sono verificati più volte anche nello stesso appartamento.
Le vacanze natalizie, l'assenza per lavoro e per gli acquisti, per i malviventi diventano terreno fertile per le razzie. "Noi abbiamo segnalato la situazione ai carabinieri - raccontano - e formalizziamo la denuncia. Sappiamo che il Comitato di Fossitermi ha a cuore queste situazione e si sta attivando per rendere la zona più controllata. Noi non abbiamo avuto un controllo diretto con i ladri, non vogliamo pensare cosa sarebbe potuto accadere se avessimo avuto un faccia a faccia".
Nei giorni scorsi questa famiglia ha ricevuto anche delle telefonate mute. I padroni di casa andavano a rispondere e dall'altra parte non c'era alcun interlocutore. "Se si tratta di una tattica per studiare i nostri movimenti non lo sappiamo - spiegano - anche se il sospetto lo abbiamo avuto. Non possiamo saltare alle conclusioni, ora non resta che fare la conta dei danni e mettere tutto a posto. Non è per niente una bella sensazione".

Immediata la reazione del Comitato Fossitermi che in una nota ribadisce i problemi del quartiere. "Siamo arrabbiati e molto preoccupati perché nel nostro quartiere di Fossitermi la delinquenza continua a regnare: 2 auto bruciate in via Bentivoglio e alcuni furti nel giro di un mese. L’ultimo qualche giorno fa in via Puccini l’abitazione vicina a quella di un altro recente furto. Stesse dinamiche: “attaccano” nel pomeriggio, al tramonto, passando dal retro. Non demordono neppure di fronte all’altezza del piano dell’appartamento da risalire e gli infissi, anche robusti e costosi, non sono sufficienti a fermarli".

"Non va bene - scrivono infuriati dal Comitato -. Questa non è una sensazione di insicurezza, questa è paura. La paura di non sapere chi sarà il prossimo “sfortunato”. Pensavamo che dopo l’incontro avuto il 15 novembre u.s. con il Questore, il Comandante della Polizia municipale e i rappresentanti l’Amministrazione comunale qualcosa sarebbe migliorato. Invece no. La gente, purtroppo, si sente e vede abbandonata a se stessa. Sono vane le continue richieste di maggiore controllo e sicurezza da parte delle forze dell’ordine sia nelle ore diurne che notturne. Ora è ridotto ad uno sporadico veloce passaggio da parte di una volante nella via principale. Le videocamere promesse ben vengano, ma devono essere collegate in tempo reale alle centrale delle Forze di Polizia".

"La pulizia della boscaglia dietro ai condomini in via Puccini - concludono -, piu’ volte sollecitata all’Amministrazione comunale e, nel quale è stato trovato materiale di scasso, non è mai stata fatta. Allo stato attuale, il bosco permette loro di avvicinarsi e studiare la situazione senza essere visti. Chiediamo, a voce alta, l’attenzione da parte delle Istituzioni verso un problema che si sta ampliando a macchia d’olio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News