Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Furti in abitazione, la Spezia tra le meno visitate dai topi d'appartamento

Dalle pagine del Corriere della Sera nella sezione di Dataroom l'analisi del fenomeno dei furti in casa. Oltre il 50 per cento dei ladri è di nazionalità italiana, seguono albanesi, romeni, georgiani, marocchini, serbi, montenegrini e croati.

i numeri
Furti in abitazione, la Spezia tra le meno visitate dai topi d'appartamento

La Spezia - Trecentodieci furti in un anno, una percentuale del 6.734 per cento in meno rispetto al resto d’Italia. Il dato è aggiornato al 2017 ed è stato pubblicato da Dataroom della giornalista d’inchiesta Milena Gabanelli che ha mappato il fenomeno dei furti in abitazione. Un tema delicato e sempre agli onori della cronaca che mettere regolarmente in evidenza la percezione della sicurezza e quella reale.
A sorpresa, in Italia, la capitale dei furti è Pisa con 789 casi, con l’1.7 per cento della popolazione visitata dai topi d’appartamento.
Con l’analisi d Dataroom, dunque, la Spezia si piazza ben al di sotto della media nazionale. La percentuale di famiglie derubate sul totale in ogni provincia è dello 0.7042. Un altro dato che emerge a livello nazionale è che i furti, dal 2014 al 2017, in tutto il Paese sono diminuiti dell’8.5 per cento. Il calo è dovuto principalmente a maggiori dotazioni di sistemi di sicurezza da parte dei cittadini: dalle telecamere, alle inferriate al classico ma più evoluto antifurto.
L’inchiesta mette anche in evidenza le nazionalità dei ladri, gli orari in cui colpiscono più assiduamente, citando il caso specifico della città metropolitana di Milano, e le modalità di furto più comuni. In Italia negli ultimi tre anni è aumentata la percentuale di ladri italiani. Stando ai dati del Viminale, tra denunce a piede libero e arresti, i nostri connazionali sono passati dal 45% del 2015 al 52% del 2017. Seguono albanesi, romeni, georgiani, marocchini, serbi, montenegrini e croati.
Se l’effrazione avviene dalla porta di ingresso non blindata stando alla ricerca rappresenta il campo d’azione di nomadi, romeni e italiani. I più abili rimangno moldavi, albanesi e georgiani che riescono ad aprire le serrature senza lasciare traccia con la tecnica del lock picking per le serrature a doppia mappa oppure con la nuova tecnica del per le serrature moderne. Il tutto avviene sempre in pochi minuti.
Gli italiani comunque non sono specializzati nelle sole effrazioni ne esiste un’abilissima nicchia capace di aprire le serrature elettroniche e disattivare gli allarmi. In questo caso però cambia il territorio di caccia: abitazioni di prestigio ed esercizi commerciali.

Gli strumenti per difendersi ci sono e basta qualche piccola accortezza per riuscire a scampare il pericolo. Le finestre chiuse soprattutto nelle ore notturne e quando si è fuori casa, nonostante il caldo, rimangono i metodi base per difendersi da incursioni sgradite.

Clicca qui per leggere la versione integrale di Dataroom di Milena Gabanelli e l'approfondimento di Domenico Affinito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News