Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Dicembre - ore 00.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Due anni senza risposta, delegazione di migranti ricevuta in Prefettura

Alcuni di loro sono in Italia dal 2016 ma dalla Commissione territoriale di Genova mancano le risposte per l'ottenimento dello status di rifugiato. La prefettura: "Siamo attivi sui casi più datati. Incontro sereno e chiarificatore".

Due anni senza risposta, delegazione di migranti ricevuta in Prefettura

La Spezia - Cercano solo di capire se otterranno oppure no lo status di rifugiato. E' complicato arrivare da un altro paese senza certezze e dopo un anno, anzi quasi due, non capire in quale chiave si è ospitati nonostante si voglia lavorare almeno per ripagare di quell'accoglienza che non è mai mancata.
E' questa la situazione di una ventina migranti, ospitati alla Spezia in centro della Croce rossa a Migliarina, che questa mattina hanno incontrato il capo di Gabinetto della Prefettura Edoardo Lombardi che ha fornito loro alcuni chiarimenti.
La preoccupazione dei giovani migranti è relativa soprattutto all'ottenimento dello status di rifugiato, che nel caso di rigetto potranno fare ricorso oppure essere rimpatriati, e alcuni di loro sono in attesa di una risposta dal 2016.
"La delegazione - ha detto Lombardi ai taccuini di CDS - ha chiesto le tempistiche sulla posizione giuridica. Li abbiamo ragguagliati sul fatto che le loro domande sono al vaglio della commissione territoriale di Genova che effettivamente ha un numero importante di istanze da trattare in tutta la Regione. I tempi dunque si dilatano. Chi si è rivolto a noi immaginava e ha capito perfettamente la situazione. Hanno voluto avere conferma dall'istituzione".

Sul tavolo della Prefettura non è stato dipanato solo questo elemento dell'ottenimento dello status di rifugiato. La delegazione ha chiesto chiarimenti anche su alcuni aspetti burocratici rispetto, ad esempio, alla distribuzione dei pasti e sulle firme in quella circostanza.
"Nell'ambito dell'accoglienza - prosegue Lombardi - tutti i gestori devono rispettare queste procedure. Ci sono norme precise e comportano anche il rintracciamento, da parte nostra, per poi erogare il denaro dei servizi necessari. Lo scambio di questa mattina è stato sereno, intanto la Prefettura procede con i nostri accertamenti".

Stando al "Dossier statistico immigrazione", pubblicato nel mese di novembre, nel 2016 sono state 2.235 le richieste di permesso per asilo. A novembre 2016 alla Spezia le richieste dello status di rifugiato si attestavano a 640.
"Sul territorio spezzino - ha concluso Lombardi - sono diverse le richieste avanzate ancora in attesa di risposta. Le domande in commissione a Genova sono tante e necessitano un vaglio accurato, vista anche la delicatezza dell'esito. I tempi non sono brevissimi. Noi procediamo con le segnalazioni soprattutto per i casi più datati nell'auspicio che i tempi si accorcino".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News