Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 23.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Distanziamenti non rispettati e la Polizia sospende l'attività

Blitz interforze in un bar che non rispetta la normativa anti-Covid: quasi tutti senza mascherina, assembramenti e persone una sopra l'altra nei divanetti del locale.

MOVIDA SICURA
Distanziamenti non rispettati e la Polizia sospende l'attività

La Spezia - Si è concluso alle prime luci dell’alba odierna un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto e coordinato dalla Questura della Spezia, con la precisa finalità di accertare il rispetto della vigente normativa anticovid-19 nei pubblici esercizi cittadini maggiormente frequentati e che restano aperti fino a tarda ora. Il servizio, diretto dal Dirigente dell’UPGSP con la collaborazione del Funzionario responsabile della Divisione Amministrativa per gli aspetti di specifica competenza, ha visto la partecipazione di agenti della Squadra Volante, Squadra Mobile, Squadra Amministrativa e Polizia Scientifica della Polizia di Stato, nonché di militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, e personale della Polizia locale. Da "remoto" il monitoraggio della sala operativa della Questura, anche tramite l’utilizzo del sistema di videosorveglianza cittadino.

Alle 3.15 è scattato il blitz presso un bar di viale Fieschi ove, al momento del controllo, i funzionari di polizia riscontravano la presenza di un centinaio di persone, la maggior parte in piedi ed irrispettose delle misure anticontagio tuttora vigenti, in primis quella del distanziamento sociale. Molti avventori venivano sorpresi mentre stavano
ballando, attività non autorizzata nel locale. Davanti al bancone, veniva invece rilevata la presenza di più persone che attendevano in modo scomposto di essere servite dai gestori del locale, che stavano somministrando bevande alcooliche oltre l’orario previsto. Palese l’assembramento delle persone accomodate in sala, molte sedute l’una sopra l’altra, nei divanetti posti ai lati del locale, dove sono risultate occupate anche le postazioni segnalate come non utilizzabili per la normativa anticovid-19. Pressoché nessuno indossava la mascherina di protezione, che comunque è stata imposta nel corso dei controlli.

Completati gli accertamenti e i rilievi di competenza delle diverse articolazioni operative presenti, veniva pertanto comminata al titolare la sanzione amministrativa di cui all’articolo 4 comma 1 del D.L. 19 del 2020, consistente nel pagamento della somma di 400€, con la sanzione accessoria dell’immediata sospensione dell’attività per cinque giorni.
Riscontrata altresì la violazione dell’articolo 6 comma 2 del D.L. 117 del 2007, che vieta la somministrazione di alcolici dalle 3 alle 6, si elevava la relativa sanzione amministrativa che prevede il pagamento di una somma da euro 5.000 a euro 20.000. Tuttora al vaglio l’attività danzante svolta al di fuori di adeguate autorizzazioni amministrative, trattandosi di bar e non di discoteca, attività che in ogni caso non può tuttora essere svolta in locali confinati, in base alla normativa anticontagio vigente.

Al termine dei controlli effettuati, venivano fatti defluire tutti gli avventori, previa identificazione da parte delle pattuglie intervenute e il locale veniva chiuso. Alcuni stranieri la cui posizione di soggiorno non risulta regolare, provenienti da fuori provincia, sono oggetto di ulteriori approfondimenti a cura dell’Ufficio Immigrazione della Questura. Il controllo al bar che insiste sotto gli spalti dello stadio "Picco", fortemente voluto dal Questore Burdese, è stato disposto in seguito a riscontri incrociati su diversi episodi di aggressioni, liti e danneggiamenti avvenuti nelle zone limitrofe negli scorsi giorni in quanto, dalle indagini esperite, è emerso che nella maggioranza delle stesse erano coinvolti stranieri in avanzato stato di alterazione da abuso di alcool, attardatisi fino alle prime ore del giorno nel predetto locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News