Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Febbraio - ore 11.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Discarica Monte Montada, per il Comune non ci fu alcuna truffa

Discarica Monte Montada, per il Comune non ci fu alcuna truffa

La Spezia - Prosegue anche in ambito penale la battaglia legale tra il Comune della Spezia e la Monte Montada. Nei giorni scorsi la giunta ha infatti deliberato che l'ente si costituisca in giudizio nel processo a carico di un funzionario comunale e di due dirigenti di Acam Ambiente accusati dal pm Luca Monteverde di aver truffato il Comune stesso. Nel corso delle indagini è stato ipotizzato che tra il 2008 e il 2011 l'azienda di Via Picco abbia emesso 44 fatture per interventi che in realtà non sono stati eseguiti e che sia stato procurato un danno di 272mila euro che in seguito Palazzo civico avrebbe richiesto al titolare del terreno sul quale ricade la discarica. A questo di aggiunge il fatto che la proprietà dell'area lamenta la mala custodia del bene da parte del Comune nel periodo dei sigilli, fatto che avrebbe causato il cedimento dei versanti e una conseguente ulteriore spesa per la messa in sicurezza. E su queste vicende la Montada chiede cospicui risarcimenti, respinti dal Tar con una sentenza impugnata al Consiglio di Stato.
In sede penale la società è stata riconosciuta parte civile dal giudice Marinella Acerbi, mentre l'amministrazione non ritiene di aver subito alcun danno, sostenendo che le fatture mensili da 5mila euro erano emesse non per singole prestazioni a misura o quantificate, ma come canone di custodia, che comprendeva la guardiania, la captazione dei biogas e del percolato e la tenuta in sicurezza dei versanti e che Acam mantenne semplicemente la causale indicata inizialmente, anche quando l'emissione di percolato era ormai conclusa. L'entità del canone mensile, definita dalla procura, non sarebbe comunque cambiata.
Il Comune, dunque, sarà protagonista del processo con l'avvocato Stefano Carrabba e punterà a smontare la tesi della Montada, che la ritiene responsabile civile di quanto imputato al funzionario comunale e ai due dirigenti di Acam Ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News