Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 13.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Deroga del Comune: riscaldamenti accesi sino a 18 ore al giorno

Le temperature rigide hanno spinto il sindaco a disporre l'autorizzazione di accendere gli impianti per più ore al giorno sino al 4 febbraio.

Il vademecum Enea per scaldare la casa
Deroga del Comune: riscaldamenti accesi sino a 18 ore al giorno

La Spezia - Il sindaco Pierluigi Peracchini, in considerazione delle attuali condizioni climatiche, ha disposto con ordinanza di autorizzare l’accensione degli impianti termici nel Comune della Spezia fino ad un massimo di 18 ore giornaliere a partire da oggi, mercoledì 30 gennaio, fino a lunedì 4 febbraio compreso.

Riportiamo di seguito il vademecum stilato da Enea per riscaldare al meglio la propria casa.

1 - Effettuare la manutenzione degli impianti, non solo per evitare sanzioni (le multe secondo il DPR 74/2013 partono da 500 euro), ma anche per consumare e quindi inquinare meno.

2 - Controllare la temperatura degli ambienti, consentita per legge fino a 22 gradi, ma sufficiente già a 19. L’ENEA ricorda che il troppo caldo fa male alla salute e che per ogni grado abbassato si risparmia dal 5% al 10% sui consumi di combustibile.

3 - Attenzione alle ore di accensione, indicate dalla legge in base alla fascia climatica di appartenenza del Comune: c’è un massimo di ore al giorno da rispettare.

4 - Installare pannelli riflettenti tra muro e termosifone, un trucco molto efficace per ridurre la dispersione del calore.

5 - Schermare le finestre durante la notte, anche in questo caso per ridurre le dispersioni di calore verso l’esterno, non solo chiudendo persiane e tapparelle, ma anche mettendo tende pesanti.

6 - Evitare ostacoli davanti e sopra i termosifoni, per evitare sprechi. L’ENEA raccomanda di non coprire i termosifoni con tende o mobili, ma soprattutto di non utilizzarli come asciuga biancheria, per evitare di ostacolare la diffusione del calore.

7 - Fare il check-up alla propria casa, rivolgendosi a un tecnico in grado di effettuare una diagnosi energetica dell’abitazione e di suggerire gli interventi necessari per migliorare l’isolamento termico di pareti e finestre e l’efficienza degli impianti di climatizzazione, e per ridurre i costi del riscaldamento. La convenienza degli interventi, specifica l’ENEA, aumenta se si usufruisce delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici: l’ecobonus consente di detrarre dalle imposte IRPEF e IRES dal 50% all’85% delle spese sostenute.

8 - Impianti di riscaldamento innovativi, valutando la sostituzione del vecchio generatore di calore: tra le alternative ci sono le caldaie a condensazione (obbligatorie per legge a partire dal 2015), le pompe di calore ad alta efficienza, a biomassa o con sistema ibrido (caldaia a condensazione e pompa di calore), alternative integrabili, dove possibile, con collettori solari termici e/o impianti fotovoltaici. Anche in questo caso, spiega ENEA, è possibile usufruire dell’ecobonus.

9 - Soluzioni tecnologiche innovative, perché anche la domotica aiuta a risparmiare: l’utilizzo di cronotermostati e regolatori di presenza elettronici consente di ottimizzare l’accensione dei riscaldamenti e di usufruire anche in questo caso dell’ecobonus.

10 - Applicare valvole termostatiche, diventate obbligatorie nei condomini, che regolano il flusso dell’acqua calda nei termosifoni e permettono una riduzione dei consumi fino al 20%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News