Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Agosto - ore 18.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cura dieci gabbiani disabili in giardino. Denunciato

Per l'allontanamento dell'area è scattata anche un'ordinanza del sindaco che impone la rimozione degli animali entro trenta giorni.

il caso
Cura dieci gabbiani disabili in giardino. Denunciato

La Spezia - Nessuno sapeva dove portare i gabbiani feriti ed è così che uno spezzino ne ha adottati dieci, alcuni dei quali disabili. Se da un punto di vista emotivo è un impegno, sinonimo di grande amore per gli animali, da quello legale questa particolare adozione ha portato a una serie di problemi di vicinato, decoro, a una denuncia e a un provvedimento amministrativo per l'adottante.

Ad occuparsene sono stati i Carabinieri forestali della Spezia che hanno illustrato la vicenda questa mattina nel corso della presentazione del report di un anno di attività. Il comandante tenente colonnello Pier Luca Domenichini e il comandante del nucleo investigativo ambientale, agroalimentare, forestale e del Nucleo Cites Simone Stinchi hanno spiegato: ”Abbiamo ricevuto da molti cittadini la segnalazione della presenza di una persona che nel giardino di casa deteneva dieci gabbiani reali feriti. Questo ha creato non pochi problemi: deiezioni, in quanto animale sociale richiama altri suoi simili con versi acuti. Insomma non sono animali che possono essere custoditi in un giardino. Inoltre erano animali dichiarati disabili e che non avrebbero più potuto volare. Abbiamo dovuto procedere con una denuncia perché deteneva fauna selvatica senza autorizzazione nonostante in molti lo avessero preso come punto di riferimento”.

“Questa situazione - hanno aggiunto - non poteva passare inosservata perché era troppo vicino alle altre abitazioni. Abbiamo proceduto per via amministrativa segnalando al Comune un problema di igiene e salute pubblica. Il Comune ha disposto un sopralluogo da parte di Asl 5 del servizio igiene pubblica e salute, che è stato fatto. La Asl ha chiesto per ragioni di salute un'ordinanza del sindaco per rimuovere i gabbiani da quell'area. L'atto amministrativo è stato fatto e dava trenta giorni per rimuoverli”.

“Il gabbiano fa parte dell'avifauna selvatica e spesso capita che venga trovato ferito - hanno concluso i militari - . Accade che questi animali dovrebbero essere presi in carico dell'ex vigilanza venatoria e con il personale abilitato trasportarli in un centro di recupero. Alla Spezia non esiste e quindi vanno in un centro Cruma di Livorno, oppure al Cras di Campomorone a Genova. Questo implica un aggravio dei costi e di fatto non esistono centri che se ne possano prendere cura. Comunque trattandosi di animali selvatici è giusto che la natura faccia il suo corso. Purtroppo, in alcuni casi, si incappa in situazioni estreme, patologiche”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News