Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 20.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cultura e carità, un ricordo del cancelliere Vigorito

Cultura e carità, un ricordo del cancelliere Vigorito

La Spezia - Si sono celebrati nella chiesa di Santa Rita, i funerali di Vincenzo Vigorito, nato il 28 ottobre di novantadue anni fa e morto il 27 giugno. La morte, su cui aveva a lungo meditato, non ha scalfito la compostezza con cui è vissuto né la serenità di chi, dopo aver combattuto la buona battaglia, avvertiva di poter ricongiungersi ai suoi affetti più cari, e a chi gli stava accanto raccomandava di pregare. Uomo di cultura, autorevole e mite, di preghiera e di carità, aveva fatto proprio il monito evangelico: “gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. Nella giovinezza, combattente nelle truppe regolari dell’esercito, riusciva ad aiutare la sua ed altre famiglie di Pognana e di Fivizzano e, insieme, i partigiani. Ricevette la medaglia con croce d’oro al merito con lettera del Presidente della Repubblica, ma la restituì chiedendo che fosse fusa e che il valore andasse ai poveri. Finita la guerra, entrò in tribunale, dirigente di cancelleria, in Liguria e poi alla Spezia dove, senza far ricorso mai a metodi coercitivi, che il ruolo avrebbe consentito, dirigeva un gruppo di centinaia di persone. Marito e padre esemplare di due figli, Sonia e Enrico, avvocato alla Spezia, ha dedicato particolare affetto alla nipotina Chiara, che raggiungeva in casa per accompagnarla in chiesa alla Messa. Faceva parte dell’ordine domenicano come oblato. Già avanti negli anni, partecipava regolarmente all’Adorazione eucaristica nelle ore notturne. Animava il gruppo di preghiera di Itala Mela. Con dedizione fraterna ha sostenuto suor Nerina negli ultimi anni di vita. Ha prestato servizio di assistenza volontaria ai malati dell’istituto “Mazzini” ed aiutava il parroco monsignor Orazio Lertora nel portare la comunione agli ammalati. Lascia intorno a sé una scia di saggezza e di bene, svolto in silenzio, senza pretesa di ricevere qualcosa in cambio o benemerenze, soprattutto fra i deboli e le persone sole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure