Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 07 Giugno - ore 07.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Coronavirus, spuntano le prime autocertificazioni "dubbie"

Se qualcosa dovesse andare storto le due persone che hanno presentato i fogli con una dichiarazione “mendace” rischiano il carcere per aver messo a rischio la salute pubblica.

pur di non restare a casa?

La Spezia - Due autocertificazioni in fase di verifica che potrebbero finire sul penale, a fronte di almeno cento raccolte. Se qualcosa dovesse andare storto le due persone che hanno presentato i fogli con una dichiarazione “mendace” rischiano il carcere per aver messo a rischio la salute pubblica.
Tempi di coronavirus, controlli e restrizioni per limitare i contagi. Giornate plumbee che azzerano tutto: il tempo, il lavoro e i contatti. E se qualcuno se ne approfitta, pochi per fortuna, altri invece vegliano su tutti: dal personale medico alle forze dell'ordine.
In questi giorni gli agenti della Polizia locale in sella alle moto hanno invitato più volte a chi vuole passeggiare per la strada di rientrare a casa, evitare i raggruppamenti. E in questo ambito la linea è quella di intercettare non gli assi di penetrazione ma le strade interne: Viale Garibaldi, Corso Cavour, Via Veneto, Via XXIV Maggio, Viale Aldo Ferrari.

Sono state raccolte più di cento e proseguono i controlli a tappeto che si traducono in un faldone sempre più pesante e grande all'interno del Comando di Polizia municipale. La maggior parte sono dichiarazioni pertinenti e fatti acclarati. Tornando sui due casi dubbi, le indagini sono in corso e c'è un margine che possano tradursi in azioni penali nei confronti di coloro i quali hanno presentato un'autocertificazione non corretta.
Una volta richiesta l'autocertificazione rimane in possesso di chi esegue il controllo. I controlli vanno avanti anche per le attività commerciali, i supermercati. E anche qui non è mancato un attimo di tensione: ieri qualcuno ha notato una saracinesca abbassata e ha chiamato la Municipale.

Non c'era nessuna irregolarità, il titolare infatti doveva solo recuperare del materiale all'interno del proprio esercizio. Fatto verificato dalla Municipale. Per il resto: è stato completato il monitoraggio di tutte le strutture di vendita: sia i bar che i ristoranti hanno risposto positivamente.
“Nell'invitare tutti i cittadini a restare a casa – spiega l'assessore alla Sicurezza Gian Marco Medusei - ricordo che chi va in giro con una certificazione mendace mettono a rischio la salute di tutti e possono essere arrestati. Ricordo inoltre che bisogna avere sempre con sé un'autocertificazione pronta in modo da rendere più snelle le operazioni di controllo. Io sono per la chiusura totale, ma è un dato di fatto che ci siano dei limiti nell'interpretazione. I controlli sulle autocertificazioni sono comunque retroattivi. Facciamo appello a restare a casa anche quando tornerà il bel tempo, non si può rischiare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News