Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Maggio - ore 11.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cento soccorsi sui sentieri. App e brochure per diminuire i rischi

Nuovi elementi volti alla sicurezza degli escursionisti. La presentazione in Provincia. Il Soccorso alpino: "Numeri in aumento".

l'istantanea
Cento soccorsi sui sentieri. App e brochure per diminuire i rischi

La Spezia - Il 65 per cento degli interventi sui sentieri avviene alle Cinque Terre. Il 51 per cento delle persone che vengono soccorse, in tutta la provincia, è di nazionalità italiana. Il restante 49 per cento è straniera e la nazionalità con il maggior numero di infortunati è americana con una percentuale del 19 per cento.
Le e cause sono dovute alle scarse dotazioni: dall'abbigliamento, alle calzature passando dalla mancanza ad esempio d'acqua per affrontare sentieri paragonabili a quelli di montagna. E' questa l'istantanea scattata dal Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico Liguria della sezione della Spezia che questa mattina in Provincia ha presentato il nuovo materiale informativo e promosso un'app di localizzazione per una corretta fruizione dei sentieri.
Per il momento verranno distribuite, in tutti i territori con maggiore attenzione per gli infopoint e nei parchi Nazionale delle Cinque Terre, di Montemarcello Magra e Vara e quello di Porto Venere.
Con la sicurezza dunque non si scherza, soprattutto se a promuoverla sono le persone che vegliano sui territori oltre alle istituzioni.
Per questo motivo sono state proposte una brochure multilingue che illustra, appunto, la corretta fruizione dei sentieri e la app Geo rescue, gratuita per i soci del Cai e al costo di 24 euro annuali per i non associati.
Il materiale è redatto, come detto, dal Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico Liguria. Ad illustrarlo è stato Lorenzo Ratti il vice capo stazione del Soccorso alpino della stazione della Spezia.
"La Stazione della Spezia - ha spiegato- è composta da 40 volontari suddivisi in figure tecniche e sanitarie, con 5 mezzì operativi per le emergenze, due dei quali dislocati all'interno dei Parco delle Cinque Terre e un mezzo speciale allestito per il coordinamento degli interventi dì hcerca. Nei corso dei 2018 la Stazione della Spezia ha eseguito più dì cento interventi ìn ambiente impervio. La maggior parte dei quali volti al recupero di escursionisti infortunati o dispersi. Un numero che non fa che confermare una situazione che si ripete ogni anno. Per dare una pronta risposta alle richieste di emergenza, che avvengono con sempre più frequenza, ìl Corpo Nazionale Soccorso Alpino Liguria e il Parco Nazionale delle Cinque Terre hanno stipulato una convenzione per garantire la presenza di una squadra di soccorso, con personale sanitario, all'interno dei parco. Quindi da aprile a settembre, nelle giornate di maggior affluenza, il nostro personale è presente all'interno del territorio del Parco delle Cinque Terre e pronto ad intervenire. En tutti questo non si deve tralasciare la prevenzione ed è per questo che, con V inizio della stagione turistica, abbiamo proposto l'iniziativa Sicuri sui Sentieri. Il progetto, che ha avuto il patrocinio della Provincia della Spezia e la collaborazione degli enti Parco (Parco delle Cinque Terre, Ente Parco Monte Marcello-Magra, Parco Naturale di Portovenere) è rivolto a tutti gli escursionisti che sì apprestano a compiere un escursione nei più dì 1000km di sentieri presenti e segnalati nella nostra provincia".
Il presidente della Provincia uscente, Giorgio Cozzani ha dichiarato: "Il ruolo del Soccorso alpino e di tutte le altre forze chiamate in campo è di fondamentale importanza. Il vostro lavoro è supportato anche dal volontariato non posso che citare le Gev che si impegnano e non possiamo che ringraziarvi per il vostro lavoro di volontariato che se non ci fosse non potremmo portare avanti iniziative importanti".
Alessandro Bacchioni, presidente del Cai della Spezia ha aggiunto: 'Il nostro rapporto con il Soccorso alpino e quello di un padre con un figlio. Quando si parla di montagna bisogna ragionare su un'ottica di riduzione del rischio. Sui sentieri abbiamo lavorato proprio per questo. Parlando di prevenzione il lavoro che presenta il Soccorso alpino è di enorme valore".

Alla presentazione hanno partecipato anche i rappresentanti degli enti parco. Per Pietro Tedeschi, presidente del Parco di Montemarcello Magra e Vara: "Garantire la sicurezza in questi presidi naturali è fondamentale oltre che il nodo centrale delle attività umane e un punto per lo sviluppo dei territori".
"È profondo l'aiuto che ci date - ha dichiarato il vice presidente reggent del Parco Nazionale delle Cinque Terre Vincenzo Resasco -. I sindaci devono rendersene conto soprattutto per quello che riguarda il territorio delle Cinque Terre. Tutti sappiamo quanto sia fragile e che deve essere vissuto in sicurezza. Voi ne siete la garanzia". Il direttore del Parco Nazionale Patrizio Scarpellini ha aggiunto: "L'informazione che date con queste brochure è ottimale, compreso il provvedimento delle calzature" .
Marco Perfetti direttore del Parco naturale di Porto Venere ha aggiunto: " Io mi sono insediato da pochi mesi e trovo un'attività già avanzata che porta avanti una battaglia culturale importante e necessaria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News