Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Canile, i volontari contro il trasferimento di alcuni cani a Tavolara

Nel pomeriggio una decina di membri dell'associazione "L'impronta" si sono imbattuti nel trasloco di 8 animali: "Dopo oltre un anno e mezzo devono restare a San Venerio".

Canile, i volontari contro il trasferimento di alcuni cani a Tavolara

La Spezia - Ritornano agitati - se mai si fossero davvero distesi - i rapporti tra la gestione del canile municipale della Spezia e i volontari dell'associazione "L'impronta". Il motivo del contendere, esploso nel pomeriggio di oggi, è il trasferimento di alcuni cani dalla struttura che sorge sulle alture di San Venerio al canile privato di Tavolara. Un fulmine a ciel sereno per i membri dell'associazione che, dopo aver percorso la strada che si dipana nel bosco, hanno trovato un furgone di fronte ai cancelli e hanno assistito impotenti alle operazioni di trasloco di 8 cani: Bentley, Rotella, Zagor, Stella, Gino, Freccia, Willy e Giulio.
La voce si è diffusa immediatamente tra i volontari, presto diventati una decina.
"I cani che sono stati trasferiti - riferisce Elisabetta Spinozzi a CDS - sono provenienti dal territorio del comune di Sarzana, ma per convenzione erano stati portati nel canile municipale spezzino. Avrebbero dovuto rimanere solamente 10 giorni, ma è passato più di un anno e mezzo dal loro arrivo. Di punto in bianco, senza dire niente a nessuno di noi, vengono presi e portati via. Siamo venuti qua per caso, per incontrare alcune persone che volevano adottare uno degli ospiti del canile e ci siamo trovati di fronte al fatto compiuto. Chiediamo che questo trasferimento si fermi, che gli animali che sono qua da così tanto tempo vengano lasciati qua. E invece temiamo che questo sia solamente l'inizio". Dietro ai numeri degli animali e all'inchiostro delle convenzioni, infatti, per questi volontari ci sono sentimenti e rispetto delle abitudini e del benessere dei cani, aspetti che evidentemente non credono possano essere garantiti a Tavolara, dove la gestione è in capo alla cooperativa Pet Service, datore di lavoro di Ernesto Zagni, amministratore unico di Animalcoop, il soggetto che si occupa invece del canile spezzino.
La battaglia iniziata a dicembre dello scorso anno tra Zagni e i volontari con l'estromissione di questi ultimi non è stata risolta con il loro ritorno in canile e con il nuovo regolamento che norma i rapporti tra gestore e associazione. L'interessamento del consiglio comunale e le rassicurazioni dell'assessore Patrizia Saccone non sono state sufficienti a chiarire la situazione. Nuove puntate della vicenda si intravedono all'orizzonte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure