Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Marzo - ore 19.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Calano i reati alla Spezia e Sarzana. I dati di Interno e prefettura

Il prefetto Garufi: " I dati che stiamo raccogliendo sono positivi e siamo consapevoli che dobbiamo agire nel miglioramento non dimentichiamoci però che solo i fenomeni conosciuti sono aggredibili".

nuovi controlli
Calano i reati alla Spezia e Sarzana. I dati di Interno e prefettura

La Spezia - Reati in calo tra il 10 e 15 per cento in tutta la provincia. E' il bilancio di un anno, sulla base dei dati registrati al Ministero dell'Interno, in base alle denunce raccolte dalle forze dell'ordine. A diffondere i numeri degli ultimi tre anni, con quelli ancora provvisori del 2018, è stato il prefetto Antonio Lucio Garufi al termine dell'ultimo Comitato ordine e sicurezza che si è tenuto questa mattina.
Seduto al tavolo del prefetto, oltre alle rappresentanze di tutte le forze dell'ordine e i sindaci della Spezia e Sarzana in una seduta antecedente alla presentazione del bilancio, c'era anche il procuratore capo del Tribunale della Spezia Antonio Patrono.

"I reati sono in calo su tutti gli indicatori - ha sottolineato il prefetto Garufi -. Non abbiamo ancora i dati definitivi, ma confermiamo il calo in doppia cifra. L'ordine di tendenza in provincia si attesta tra il 10 e il 15 per cento a fronte di un totale di reati del 9.873 nel 2016, 9.452 l'anno successivo. Questa provincia si colloca nella media nazionale di 40.2 reati ogni mille abitanti. Nel 2016 su tutto il territorio provinciale i furti totali erano stati 4.682, nel 2017 4.452 per quest'anno il dato è in netta diminuzione".
Il prefetto si è anche focalizzato sulle singole città della Spezia e Sarzana. "Per quanto riguarda il capoluogo di provincia i reati in generale nel 2016 sono stati 5.145, l'anno successivo 4.963. Quest'anno supereanno di poco i 4mila. I furti nel triennio sono stati 2.154, 2079 e nel 2018 non arriveranno a 1.900. Per quanto riguarda i furti in abitazione nel 2016 ne vennero registrati 312, l'anno successivo 310 e nell'anno appena concluso siamo attorno ai 370. Per quanto riguarda Sarzana possiamo dire che il picco di reati è stato registrato tra il 2016 e il 2017 quando passarono da 1.495 a 1.533. Il dato, non definitivo per il 2018, oscilla tra i 1.200 e i 1300. Stesso discorso per i furti tra nel bienno preso in esame passarono da 327 a 870. Quest'anno stimiamo un dato inferiore a 700. Per quanto concerne i furti in abitazione nel 2017 furono 98, l'anno successivo 160 e quest'anno ne stimiamo un centinaio".

"Questi numeri attestano la grande sinergia e il clima collaborativo tra tutte le forze dell'ordine e gli enti - ha aggiunto il prefetto - . Ovviamente il nostro intento è quello di migliorare questi numeri anche per il 2019. Nel corso dell'anno da poco concluso i controlli sono aumentati a livello esponenziale (dal 2017 al 2018 sono passati da 27.107 a 44.438 e nel solo Comune della Spezia da 15.750 a 26.889, ndr) e proseguiremo su questa strada inserendo una nuova pattuglia per fascia oraria. Abbiamo chiesto alle donne e agli uomini delle forze dell'ordine di compiere uno sforzo in più e la presenza del Procuratore a questo tavolo, di cui non fa parte, è un segno chiaro di come tutti gli enti sappiano lavorare tra loro".

Oltre al commento dei dati il prefetto Garufi ha lanciato un appello alla cittadinanza: "Ogni volta che un reato non viene denunciato questo ente governativo e le forze dell'ordine non possono avere conoscenza di un fenomeno. Ed è proprio per questo che invito ogni singolo cittadino e denunciare se è vittima di un reato. Questi dati dimostrano che le Forze dell'Ordine e lo Stato sono presenti. I dati che stiamo raccogliendo sono positivi e siamo consapevoli che dobbiamo agire nel miglioramento non dimentichiamoci però che solo i fenomeni conosciuti sono aggredibili".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News