Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

C'è ancora tanto, troppo amianto. Campagna a tappeto, sette sanzioni

Controlli mirati in tutta la provincia dei carabinieri forestali sulla presenza del materiale cangerogeno: verbali per migliaia di euro.

è solo l'inizio
C'è ancora tanto, troppo amianto. Campagna a tappeto, sette sanzioni

La Spezia - E' in corso in queste settimane una campagna finalizzata a verificare la presenza di amianto all’interno degli edifici e la regolarità delle comunicazioni alle asl sullo allo stato di conservazione dei materiali. La stanno portando avanti i carabinieri forestali spezzini che, nel corso delle ispezioni, hanno elevato fino ad oggi sei sanzioni amministrative per un importo complessivo superiore ai 6.500 euro, comminate a soggetti proprietari di vecchi manufatti contenenti amianto che non avevavo fatto alcuna denuncia alla Asl. I proprietari delle strutture, in funzione dello stato di degrado del materiale, possono eliminare il pericolo provocato dalle emissioni di polveri bonificando i manufatti mediante incapsulamento (una specifica verniciatura), confinamento (incameramento all’interno di altro edificio) o rimozione tramite ditte autorizzate e specializzate.

Sono infatti le polveri di amianto ad essere dannose per la salute e quindi nelle comunicazione inoltrate alle Asl deve essere indicato se l’amianto è friabile, e quindi se la dispersione delle polveri puo’ verificarsi piu’ facilmente, oppure compatto. E' noto che l’Italia è stato il primo paese europeo a introdurre nel 1992 il bando completo dell’amianto in quanto tale materiale era inserito tra quelli canceriogeni: dal 1994 è stato inoltre stabilito che ogni regione approvasse un piano di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’amianto. Pertanto ogni datore di lavoro o comunque ogni soggetto proprietario di edifici contenenti amianto (sotto forma di coperture in eternit, tubazioni, etc...) è tenuto a comunicare alla asl territorialmente competente la presenza di amianto ed aggiornare periodicamente la stessa asl sullo stato di conservazione dei manufatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News