Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Autoscatti erotici e ricettazione per il rapinatore di Via Prione

In questa vicenda però ha vinto lo sport, in tutti i sensi. Uno sportivo 20enne per primo ha rincorso il ladro in sella ad una bici.

Autoscatti erotici e ricettazione per il rapinatore di Via Prione

La Spezia - Amante caliente e rapinatore che non ha esitato a mandare le foto del suo pene a tutti i contatti femminili presenti in un cellulare rubato. Un dettaglio, al limite del tragicomico, emerso dagli accertamenti della Polizia di Stato a seguito dell'arresto di un rapinatore, romeno di 27 anni, fermato ieri dopo un colpo in un negozio di ricami in Via Prione.
Il fermo dell'uomo ha impegnato due sportivi, un atletico 20enne e l'altro il secondo allenatore dello Spezia Chiappara, che in sella ad una bici e a piedi con uno scatto capace di distinguerli in campo hanno messo fine alla fuga del 27enne.
Il primo a cogliere il grido d'aiuto dell'esercente derubato, un uomo che all'interno del suo negozio ha notato il finto cliente che si avviava verso l'uscita senza alcun acquisto e ha capito che gli erano stati sottratti il cellulare e il portafogli, è stato il ragazzo in bicicletta.
Quest'ultimo in sella al velocipede ha tagliato la strada al rapinatore che lo ha spinto facendolo finire contro una vetrina e così si è profilato il reato di rapina impropria. Il 20enne non si è dato per vinto e, raggiunto dall'esercente derubato, si è rimesso sulle tracce del fuggitivo.
Poco più avanti lo ha bloccato definitivamente e nel mezzo è stato coinvolto anche l'ex giocatore dello Spezia e assieme al ragazzo hanno messo la parola fine ad una vicenda che ha attirato l'attenzione di molti.
Con l'arrivo delle volanti è stato restituito il maltolto all'esercente e per il 27enne, romeno già colpito da tre ordini di allontanamento dall'Italia da parte del Questore di Pesaro per altri reati, sono emersi altri curiosi dettagli.
L'arrestato aveva con se uno smartphone della Samsung con il quale millantava di voler chiamare la sorella. Peccato che nemmeno quello fosse suo e che nella rubrica erano presenti contatti femminili che hanno ricevuto dall'uomo decine di foto del suo pene, inviti indesiderati a notti roventi e altre sconcezze di bassa lega.
A scoprirlo sono stati i poliziotti che hanno rintracciato i legittimi proprietari dello smartphone. Si tratta di una coppia di Lavagna, il cellulare era intestato ad uomo che lo aveva affidato alla moglie. Così si spiegavano le decine di contatti femminili presenti nella rubrica.
La coppia aveva sporto denuncia per il furto, avvenuto un paio di giorni fa, e per le conoscenti della donna derubata era cominciato l'incubo. Il ladro, diventato rapinatore in Via Prione, aveva semplicemente inserito la sua sim. Il 27enne oltre che essere arrestato è stato denunciato per ricettazione. Oggi si è tenuta la direttissima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News