Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Novembre - ore 19.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Attentato in Iraq, feriti tre militari del Comsubin

Dalla Difesa: "Il team stava svolgendo attività di mentoring and training a beneficio delle Forze di Sicurezza irachene impegnate nella lotta al Daesh".

non sono in pericolo di vita
Attentato in Iraq, feriti tre militari del Comsubin

La Spezia - Tre militari del Comsubin sono tra i cinque feriti dell'attentato nei pressi di Kirkuk, nel nord dell'Iraq. I nomi degli italiani coinvolti nell’imboscata sono: Marco Pisani, Paolo Piseddu, Andrea Quarto, Emanuele Valenza, Michele Tedesco. L'attentato è confermato anche dalla nota stampa del Ministero della Difesa.
"Nella mattinata di oggi un ordigno esplosivo artigianale è detonato al passaggio di un team misto di Forze Speciali italiane in Iraq. Il team stava svolgendo attività di mentoring and training a beneficio delle Forze di Sicurezza irachene impegnate nella lotta al Daesh. I cinque militari coinvolti dall’esplosione sono stati prontamente soccorsi, evacuati con elicotteri USA facenti parte della coalizione e trasportati in un ospedale Role 3 dove stanno ricevendo le cure del caso. Tre dei cinque militari versano in condizioni gravi ma non sarebbero in pericolo di vita. Le famiglie dei militari sono state informate".
"Il Ministro della Difesa, On. Lorenzo Guerini, - conlcude la nota - è stato prontamente messo al corrente dell’evento dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, e segue con attenzione l’evolversi della situazione".

Come detto i militari coinvolti non sarebbero in pericolo di vita e in particolare, come riporta l'Adnkronos, due dei feriti sono effettivi al nono reggimento Col Moschin dell'Esercito e tre appartengono al Gruppo operativo incursori Comsubin della Marina militare. Per uno dei militari coinvolti sarebbe stata necessaria l'amputazione di una parte della gamba.
"Seguiamo con sgomento e preoccupazione le notizie che giungono dall’Iraq - ha commentato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -. Il pensiero in questi momenti drammatici va ai feriti, alle loro famiglie e a tutti i nostri militari. Forza ragazzi, siamo con voi". Così invece il sindaco di Porto Venere Matteo Cozzani riguardo ai cinque soldati italiani impegnati nella lotta al terrorismo feriti in un attentato a Kirkuk: "I nostri militari sono sempre i nostri ragazzi, stavolta lo sono ancora di più. Tra i feriti in Iraq ci sono infatti anche tre Incursori di Comsubin a cui la nostra comunità è tanto legata. A loro e alle loro famiglie va un pensiero e una preghiera da parte di tutti noi, vi aspettiamo presto a casa".

(foto: repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News