Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 19.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Armi saudite, possibile imbarco alla Spezia

Genova si infiamma per l'arrivo della Bahri Yanbu. Intanto i cannoni destinati alla penisola araba potrebbero arrivare via treno sul Golfo.

Carico bollente
Armi saudite, possibile imbarco alla Spezia

La Spezia - A fare muro adesso sono i portuali genovesi, ma la grana potrebbe toccare prossimamente anche i loro colleghi dello scalo spezzino. Pomo della discordia è un contestato carico bellico diretto in Arabia Saudita. A portarne il peso è la nave saudita Bahri Yanbu, salpata a inizio aprile dagli States. Il 4 maggio, secondo fonti della società civile, ha imbarcato ad Anversa alcuni container di munizioni. L’8 maggio avrebbe dovuto entrare nel porto di Le Havre per caricare 8 cannoni semoventi Caesar da 155 mm prodotti da Nexter, ma ha dovuto rinunciarvi per la mobilitazione dei gruppi francesi di attivisti dei diritti umani, contrari alla vendita di armi che potrebbero essere impiegate nella guerra in Yemen. Si è quindi diretta verso il porto spagnolo di Santander, dove è giunta per uno scalo non previsto, forse per aggirare l’azione legale avviata dagli attivisti francesi. Anche in Spagna non è mancata la mobilitazione di varie associazioni della società civile – tra cui Amnesty International, Oxfam, Grenpeace, Fundipau –, che si sono appellate alle autorità spagnole.

Domani, lunedì 20 maggio, la Bahri Yanbu è attesa a Genova, dove avrebbe già dovuto fare scalo nel corso del fine settimana, ma le operazioni sono state ritardate dalla mobilitazione dei camalli che, raccolta e animata dalla Cgil, si è poi allargata a macchia d'olio coinvolgendo altre realtà di spirito pacifista. “Resteremo vigili e al fianco dei lavoratori portuali di Genova affinché nessuno utilizzi i nostri porti per alimentare conflitti armati che violano i diritti umani”, ha spiegato per Fit Cgil Natale Colombo, con un chiaro riferimento al conflitto saudita-yemenita. Domani, quando la Yanbu arriverà al porto di Genova, una delegazione di camalli salirà a bordo. Se scopriranno che starà per essere imbarcato materiale militare, scatterà lo sciopero. E Spezia? Come riferisce La Repubblica, Nexter intanto avrebbe deciso di trasferire i menzionati cannoni Caesar via treno proprio al porto della Spezia, comodo logisticamente, probabilmente più morbido rispetto ai limitrofi scali genovese e livornese e storicamente uso all'export armiero. Dopo aver infiammato Genova, quindi, le armi saudite potrebbero scaldare anche il capoluogo levantino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News