Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Giugno - ore 22.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Anarchici davanti al carcere, chiedono giustizia per "Pasca"

Domenica pomeriggio insolita per un centinaio di persone, solidali nei confronti di un detenuto. L'assessore Medusei: "Traffico bloccato per una manifestazione di ragazzotti..."

sit-in anarchico
Anarchici davanti al carcere, chiedono giustizia per "Pasca"

La Spezia - Si sono dati appuntamento davanti al cancello della casa circondariale di Villa Andreini per portare solidarietà al detenuto Pierloreto Fallanca, detto Pasca, uno degli otto ad essere stato arrestato in occasione dell'attentato perpetrato la notte di Capodanno 2017 nei confronti della libreria "Il Bargello" di Firenze, luogo considerato vicino a Casapound. A Firenze il processo è iniziato lo scorso giugno e nel corso del tempo non sono mancate manifestazioni in altre città (soprattutto laddove sono detenuti i presunti responsabili), proprio come questo pomeriggio è successo alla Spezia: in Via Fontevivo oltre un centinaio di anarchici si è presentata davanti all'edificio carcerario. Massiccia la presenza di Forze dell'Ordine che hanno gestito comunque la situazione senza grandi problemi: qualche fumogeno acceso ma nessun incidente e la circolazione viaria sulla provinciale è ripresa abbastanza celermente. Caustico l'assessore Medusei: "Traffico bloccato e impegno di molti agenti delle forze dell’ordine e della polizia locale per chi o per cosa? Per una manifestazione di ragazzotti anarchici che solidarizzano con un loro compagno a processo in carcere qui a Spezia perché accusato di aver fatto esplodere un ordigno. In seguito a questa esplosione un artificiere della Polizia perse un occhio e un arto. Per fortuna il comparto sicurezza della nostra città ha risposto con i fatti garantendo l’ordine pubblico nonostante alcuni momenti di tensione e di potenziale pericolo. Grazie alla Questura che ha coordinato gli interventi e a tutte le forze di Polizia impegnate". La vicenda come detto risale praticamente ad un anno fa, quando l'artificiere della Polizia Mario Vece tentò di disinnescare l'ordigno piazzato davanti alla libreria di Via del Proconsolo. Nella circostanza perse un occhio e una mano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News