Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Agosto - ore 08.59

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Alla Spezia la Polizia sequestra 7,5 etti di cocaina al mese

Mentre in Italia si torna a morire per l'eroina, alla Spezia è la cocaina lo stupefacente che si trova più facilmente.

Alla Spezia la Polizia sequestra 7,5 etti di cocaina al mese

La Spezia - Fiumi di cocaina. La polvere bianca è al centro dei maggiori traffici internazionali. Omicidi, spaccio, diffusione su larga scala e immediata dipendenza rendono la "coca" uno dei veleni più potenti e remunerativi presenti nella storia dell'uomo.
Se nelle grandi città è l'eroina che torna a fare paura, l'anno scorso in Italia 266 persone sono morte per overdose, alla Spezia i numeri tendono a dimostrare un maggiore consumo di cocaina. Da fonti della Polizia di Stato da gennaio ad agosto 2017 sono stati sequestrati 9,153 chilogrammi di cocaina.
Quindi, a conti fatti, nel solo territorio spezzino e dagli agenti della Polizia di Stato è stata sequestrata una media di 760 grammi di "bianca al mese". Il consumo di eroina è ancora molto basso e i sequestri di modesta entità.
Lo spaccio di cocaina è molto più remunerativo di quello di hashish e marijuana e negli anni la Spezia è saltata sotto le luci nazionali per diverse operazioni delle forze dell'ordine. Tra le più rilevanti, il sequestro da parte della Guardia di Finanza nel 2011 di un container contenente una tonnellata di "bianca". Nei mesi scorsi la Polizia di Stato ha scoperto un altro traffico, al termine delle indagini sono state sequestrati 7 chilogrammi di coca purissima, che dall'Olanda arrivava in Italia e fino alla Spezia. L'ultima operazione, che ha portato ad un sequestro di beni pari a 5 milioni di euro, risale 30 agosto scorso. In questo caso però non si parlava di stupefacenti ma del guadagno diretto dovuto al traffico.
L'assunzione di cocaina azzera ogni inibizione, fa sentire invincibili, il sangue e l'adrenalina salgono alle stelle impedendo di avvertire la stanchezza. L'overdose dovuta al consumo di questo stupefacente è il capolinea e tra gli effetti a lungo termine vi è ad esempio la distruzione del dorso nasale.
Le continue "sniffate" possono provocare lesioni della mucosa giacché la cocaina è un potente vasocostrittore, cioè ha la capacità di contrarre le pareti dei vasi sanguigni, diminuendo l’apporto di sangue. Se l’uso diventa cronico e compulsivo, il danno progressivo della mucosa e del pericondrio causato dall’insufficiente o assente irrorazione sanguigna, porta alla necrosi ischemica della cartilagine settale e perforazione del setto nasale.
I rischi dovuti all'assunzione di questo ed altri stupefacenti definiti "droghe pesanti" fanno rabbrividire, ma per molti conservano un misterioso e pericoloso fascino. Dalla scena dell'overdose di Mia Wallace in Pulp fiction fino agli aspetti più cupi messi in risalto da Gomorra, fino ad arrivare al celeberrimo Narcos sembra che dai suoi consumatori la cocaina venga ancora sottovalutata. Purtroppo però i danni non si esauriscono in un episodio da 50 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News